×

Allarme biotossine marine: richiamato un lotto di cozze

Allarme biotossine marine. Il Ministero della Salute ha richiamato un lotto di cozze a causa della probabile presenza di biotossine marine oltre i limiti.

default featured image 3 1200x900 768x576

Allarme biotossine marine. Il Ministero della Salute ha infatti richiamato un lotto di cozze a causa della probabile presenza di biotossine marine oltre i limiti delle normative attualmente vigenti. In particolar modo, il marchio del prodotto è Ittica Luciani Srl, una azienda presente a Porto Garibaldi, una frazione del comune di Comacchio.

Si tratta di un ennesimo richiamo alimentare che viene ordinato dal Ministero della Salute.

Allarme biotossine marine

Ennesimo richiamo alimentare ordinato da parte del Ministero della Salute. Questa vota è stato richiamato un lotto di cozze a causa di una possibile presenza di biotossine marine oltre i limiti imposti dalle attuali normative vigenti. Le biotossine che sono state rilevate dalle analisi ministeriali avrebbero infatti un elevato grado di tossicità, paragonabile a quello del botulino.

In particolar modo, coinvolto in questa vicenda è il marchio Ittica Luciani Srl, un’azienda situata a Porto Garibaldi, una frazione in provincia di Comacchio. Entrando maggiormente nello specifico, il lotto ritirato di Cozze Italia della Ittica Luciani Srl è il numero L2999 del 22-23-24-25/09/2017.

La sede dell’azienda in cui il prodotto è stato confezionato è in Via dei Poderi, nella frazione di Porto Garibaldi, in provincia di Ferrara.

La confezione del lotto che è stato ritirata è quella che pesa in tutto cinque chilogrammi.

Il consiglio per coloro che dovessero avere ancora in casa il prodotto che è stato richiamato dal Ministero della Salute è di consumarlo, ma di riportalo al supermercato in cui era stato in precedenza acquistato. Tutti i prodotti che sono stati segnalati non devono essere consumati, in quanto si rischia una possibile intossicazione alimentare, che potrebbe causare anche dei gravi danni soprattutto a coloro che non hanno un buon quadro sanitario.

I rischi delle biotossine marine

Quando si parla di biotossine marine, i rischi principali possono arrivare da quelle che vengono definite biotossine algali, che la cattura delle cozze non riesce proprio ad eliminare. Quante più biotossine vengono ingerite nell’organismo più è elevata la possibilità di esporsi ad una pericolosa tossinfezione, che può provocare anche diversi danni.

Quando si è in un supermercato o in una pescheria, il consiglio è sempre quello di di assicurarsi della tracciabilità della provenienza del prodotto che si sta acquistando. Oltre ovviamente alla presenza dell’etichettatura.

I casi precedenti

Il caso delle cozze contaminate da biotossine è il terzo episodio più importante di richiamo alimentare effettuato dal Ministero della Salute nel solo mese di ottobre.

Sempre nella provincia di Ferrara era emerso un episodio simile per le cozze dell’azienda Euroittica di Goro. In quella circostanza, il ritiro del prodotto effettuato dal Ministero della Salute aveva riguardato anche i molluschi sottovuoto.

L’ultimo richiamo effettuato dal Ministero della Salute, che poi aveva avuto un esito negativo in seguito alle analisi svolte sul prodotto, aveva riguarda un lotto di spinaci Millefoglia Bonduelle surgelati. In quella occasione si sospettava la presenza di foglie di mandragora, dopo il caso che aveva coinvolto una intera famiglia milanese. Allarme che però è fortunatamente subito rientrato.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora