ALLARME GEOLOGI - Pericolo siccita' in Sardegna | Notizie.it
ALLARME GEOLOGI – Pericolo siccita’ in Sardegna
Cronaca

ALLARME GEOLOGI – Pericolo siccita’ in Sardegna

In Sardegna c’e’ un reale pericolo di siccita’. A lanciare l’allarme sono i geologi, tramite Davide Boneddu, presidente dell’Ordine dei Geologi della Sardegna alla vigilia del Forum Nazionale sull’Acqua, in programma domani e dopodomani a Roma. “In Sardegna non piove da ben cinque mesi. Il preoccupante abbassamento del livello dell’acqua in tutti i bacini della Sardegna, causato dalla perdurante mancanza di piogge di questi ultimi mesi, sta’ mettendo in allarme soprattutto il sistema produttivo agricolo e zootecnico”. Queste le parole del presidente Boneddu.

“Il volume invasato nei bacini sardi al 31 settembre 2011 – ha spiegato Boneddu – ha subito una diminuzione di 437 milioni di metri cubi rispetto al valore registrato nel mese di aprile 2011. Una situazione quindi che allo stato dei fatti inizia ad assumere i connotati di una nuova crisi, a testimonianza, qualora vi fosse necessita’ di dimostrarlo, della estrema fragilita’ del sistema idrico regionale.

La Sardegna e’ la seconda regione in Italia per percentuale di acqua potabile sprecata a causa dell’inefficiente stato delle condutture idriche. Se in Italia quasi la meta’ dell’acqua potabile immessa nelle rete idrica nazionale va persa, nell’isola questo dato arriva addirittura all’85%”.

“Si deve pero’ segnalare in controtendenza un utilizzo piu’ attento della risorsa acqua – conclude Davide Boneddu – fatto dai cittadini: nel 2009 infatti il consumo pro capite per uso domestico, dato dalla media dei 115 Comuni capoluogo di provincia, e’ stato pari a 68 metri cubi per abitante (186,6 litri al giorno), in calo dello 0,7% rispetto al 2008. Per quanto riguarda l’acqua da bere, circa il 50% (percentuale in crescita esponenziale) dei sardi preferisce bere dalle bottiglie e non si fida dell’acqua del rubinetto”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche