×

Allergica al proprio feto: ragazza porta a termine lo stesso la gravidanza

Una ragazza scopre di essere allergica al proprio feto ma porta lo stesso a termine la gravidanza. Notizie.it racconta la sua storia.

default featured image 3 1200x900 768x576

Questa è la storia di una donna di origine australiane e di appena ventinove anni. Il suo nome è Summer Bostock.

Quando è accaduta questa vicenda la ragazza era da poco rimasta incinta e tra l’ansia e la felicità che può portare una gravidanza non avrebbe mai potuto immaginare, neanche lontanamente, cosa le sarebbe accaduto di lì a pochi giorni.

Mentre la gravidanza sembrava procedere bene e per il verso giusto, infatti, ecco spuntare sulla pelle della giovane delle macchie di colore bianco, insolite e non proprio rassicuranti. Queste macchie erano apparse dapprima sulla pancia della donna e con il passare del tempo si erano sparse a macchia d’olio lungo tutto il corpo causandole non poco bruciore e prurito, al punto da costringerla a recarsi al pronto soccorso più vicino.

A quel punto i medici l’hanno sottoposta ad ulteriori analisi per comprendere meglio cosa stesse accadendo all’interno del suo corpo.

402796D000000578 0 image a 1 1494400861322

Gli accertamenti in ospedale

Una volta giunta in ospedale, Summer Bostock è stata sottoposta ad alcuni accertamenti, giusto per essere sicuri che non fosse accaduto qualcosa al proprio feto.

Effettuate le dovute analisi, i medici sono giunti ad una conclusione alquanto insolita: la ragazza ventinovenne era allergica proprio al bambino che stava lentamente crescendo all’interno del suo grembo.

Le macchie bianche che avevano iniziato a proliferare su quasi tutto il suo corpo non erano altro che una reazione allergica al feto dovuta ad una reazione polimorfica della gravidanza. Una patologia completamente innocua sia per la donna che per il bambino, che ha continuato a crescere in tutta tranquillità, sano ed in forma, ma che ha causato non poche problematiche, o meglio non pochi fastidi e preoccupazioni a Summer ed al suo compagno.

Dalle confessioni della giovane, neanche unguenti e creme varie, di qualsiasi marca e grado, riuscivano a placare quei fastidi che le erano causati dalla comparsa delle macchie bianche, e che solo una volta portata a termine la gravidanza, e quindi una volta aver partorito il proprio bambino, era riuscita a trovare finalmente un po’ di sollievo.

PAY PA Real Life Summer Bostock allergic to baby

Lieto fine

La cosa strana, e parecchio insolita, è il sapere che quella di Summer non era la sua prima ed unica gravidanza, bensì la terza di una “piccola” serie e l’unica che le ha causato così tanti fastidi. Una storia a lieto fine, fortunatamente, che vede oggi una donna che diventa mamma per la terza volta e che ha messo al mondo un bambino sano e forte tra le sintomatologie di una vera e propria allergia.

Summer sta cercando di capire come mai la reazione allergica si è scatenata solamente con il terzo figlio e non con i precedenti. Comunque, non avendo avuto dei sintomi troppo gravi o pericolosi e essendosi risolta con un dolce lieto fine tutta la vicenda, ci possiamo solo augurare che il piccolo cresca bene e sano.

Vogliamo fare i nostri complimenti a Summer, non solo per essere riuscita a affrontare questi problemi senza farsi prendere dal panico, ma anche per aver già partorito ben tre figli e non avere ancora raggiunto i trent’anni!


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora