Amadeus, periodo buio: "Salvo grazie a mia moglie"
Amadeus, periodo buio: “Salvo grazie a mia moglie”
Gossip e TV

Amadeus, periodo buio: “Salvo grazie a mia moglie”

amadeus
amadeus

Amadeus, dopo il grande successo del nuovo programma "Ora o mai più", ricorda uno dei periodo più bui della sua carriera e dice grazie alla moglie

Reduce dal grande successo ottenuto con il suo programma Ora o mai più, Amadeus ha ora deciso di fare un bilancio della sua carriera. Come raccontato dallo stesso presentatore in una recente intervista, negli ultimi anni aveva subito una battuta d’arresto, prima di ripartire e toccare di nuovo l’apice. “Ho attraversato un momento buio. Ma non mi sono abbattuto, avevo solo rabbia verso me stesso per essermi fidato e affidato. Ho imparato a ragionare con la mia testa e a fidarmi di me stesso e di mia moglie”.

Amadeus si è detto particolarmente felice che il pubblico abbia apprezzato una formula semplice ma accattivante. Tramite il programma Ora o mai più, infatti, è stato possibile riascoltare canzoni bellissime. “Per una volta siamo noi italiani a vendere un format all’estero invece di comprarlo. Un programma così va riconfermato, ma non so quando potrebbe tornare in onda, sarà la rete a trovare la giusta collocazione”. Di artisti scomparsi dalle scene per diversi anni ce ne sono tanti, del resto.

Come affermato sempre da Amadeus, in questa prima edizione è stato selezionato un bellissimo cast. “Credo che le luci si siano riaccese per tutti e otto e non solo per chi ha vinto. Perché si sono rimessi in gioco. Quando sparisci per tanti anni c’è sofferenza, non è psicologicamente facile non riuscire a riemergere”.

Amadeus ringrazia la moglie

Amadeus stesso, come detto, ha dovuto imparare a ripartire da capo per riaffermarsi nel suo ruolo di presentatore. Dopo aver lasciato l’Eredità nel 2006 per passare a Mediaset, l’ex dj ha raccontato di aver dovuto affrontare un periodo particolarmente difficile dal punto di vista professionale. Ha inoltre detto di essere stato praticamente dimenticato da tutti i produttori. “Avrei dovuto fare il preserale per tre anni, invece è durata tre mesi o poco più. Per quasi tre anni sono stato di fatto escluso, dimenticato, il telefono non squillava e i produttori non avevano tempo per me. Ma non mi sono abbattuto.

Come dicono a Napoli, ho tirato fuori la cazzimma“.

Eppure, nonostante tutto, Amadeus non si è lasciato andare. Al contrario è stato in grado di risalire la china con tenacia. Questa esperienza gli ha tuttavia insegnato a fidarsi ancora di più della moglie Giovanna Civitillo e dei suoi preziosi consigli, come rimarca lo stesso conduttore. “Ho imparato a ragionare con la mia testa e a fidarmi di me stesso e di mia moglie. Lei mi aveva consigliato di non fare quella scelta. Ho capito che la mia casa è la Rai, perché anche se sono nato in Mediaset, con Deejay Television, è in Rai che sono stato consacrato e il pubblico quando sono andato via c’è rimasto male”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche