×

AMALFI I

default featured image 3 1200x900 768x576
amalfi I

Maria e Fabrizio si stanno preparando per le solerti nuove vacanze: entrambi hanno scelto una località balneare, Amalfi. Amalfi rappresenta una località marinara stupenda e molto bella; iniziano a chattare del più o del meno: la loro vita pare mettere in moto l’amore vero ed esilarante. Fabrizio Alberti sta terminando la Scuola d’Applicazione Militare a Torino: diventare ufficiale dell’Esercito Italiano è il suo sogno più grande. Maria da poche settimane grazie alla segnalazione di Fabrizio ha trovato lavoro all’IRI; ma adesso i due penseranno solamente all’amore platonico e all’intercalare dello spirito.

Fabrizio tira fuori il pc ed inizia a scrivere:”Cara Maria, muoio dal desiderio di vederti, non riesco più a fare a meno di te, il colore dei tuoi occhi brilla nella mia mente, oramai noi due siamo fatti della stessa sostanza. Ti voglio bene…”. Maria inizia a rispondere alla mai: “Caro Fabrizio, sto pensando alla tua carriera militare, ti prego in ginocchio di abbandonare l’esercito, la guerra ti porterà lontano da me, ti supplico di cercarti un impiego civile nel terziario o nell’industria.

Non voglio perderti!”. Fabrizio, fiero della propria carriera militare, sogna ad occhi aperti, l’idea di perdere la sua amata Maria lo porta in una situazione di dubbiosa estasi mistica. La guerra è una follia umana: miliardi di dollari buttati via, per difendere interessi discutibili e difendere posizioni ambigue. Ma, adesso Fabrizio pensa solamente alla prossima esilarante vacanza ad Amalfi: il mare, l’acqua cristallina e la sabbia dorata trasmettono una dolce sensazione onirica; il tempo va avanti inesorabilmente, Maria e Fabrizio preparano le valigie e si ritroveranno ad Amalfi per prendersi una nuova ed emozionante vacanza.

L’obiettivo di Maria è quello di convincere Fabrizio a uscire dall’esercito. La missione segreta all’IRI è nota solo al suo fidanzato, la sua famiglia pensa ad un delicato incarico come consulente amministrativa. Alle 14:00 i due si incontrano ad Amalfi, nella piazza principale. Fabrizio inizia a correre dolcemente e inizia a sibillare: “Ciao, Maria sono contento di rivederti, passeremo una bella vacanza noi due, vedrai ci divertiremo un sacco. Il mare è stupendo! Muoio dalla voglia di nuotare e di passare il tempo con te…”, Maria risponde: “Ciao Fabrizio, Amalfi è una località stupenda, mi sei mancato molto, spero che ti trova a tuo agio. Poi voglio ringraziarti per la tua raccomandazione all’IRI, grazie! “, Francesco rispose: “Ma va lascia stare, normale amministrazione della vita: un aiuto reciproco è la cosa più importante, ma adesso andiamo in albergo a sistemare le nostre cose…”.
I due mano nella mano, sollevano con forza le valigie e si recano nell’albergo Principe: hotel a tre stelle, luogo soave dove trascorreranno le due settimane di ferie. Il mare e il clima mite paiono essere diventati per entrambi un luogo magico di relax e quiete disinibita. E i tempi che stanno iniziando a divenire maturi per vivere nella completezza la loro vita sessuale: la carne comanda l’istinto. Alla mattina i due fanno colazione e poi indossati i costumi si recano in spiaggia, stanno lì per oltre due ore, ad abbronzarsi e nuotare vigorosamente. Maria indossa un mini bikini molto sexy, per far innamorare il suo dolce compagno che, a sua volta, indossa un bermuda classico, che evidenzia il suo bel fisico muscoloso. Fabrizio è un atleta intento a gareggiare per una misteriosa gara di salvezza o per qualche famosa gara sportiva. Alle 11:00 i due entrambi paiono stanchi della spiaggia e balenano l’ipotesi di affittare una barca per recarsi all’isola misteriosa. Maria esclama: “Su dai, via verso il mare aperto, voglio divertirmi un sacco…”, Fabrizio inizia a remare più forte che può ed inizia a dire: “Calmati Maria, il mare è stupendo, fra pochi minuti saremo in mare aperto, andremo all’isola Nuova: luogo fantastico, un vero paradiso naturale”. I due paiono vivere nella pienezza l’amore vero: un veliero che naviga verso il mare aperto sfidando le intemperie e le difficoltà incontrate. L’amore dipinge un quadro liberty con forme astratte e liberty: l’amore platonico evince la monotonia delle cose. Affascina un sacco le emozioni del cuore. Amare veramente col cuore, la metamorfosi dell’amore platonico evince la normalità delle cose, rappresenta l’apoteosi dello spirito soave e beato. Sensazioni oniriche dall’intercalare unico e gioioso. Dopo oltre un’ora di navigazione i due attraccano all’Isola Nuova: località selvaggia dotata di cose straordinarie. Notano dei cactus, la sabbia è dorata, l’acqua è cristallina, tutto sembra proiettarli verso l’apoteosi dello spirito.

Contents.media
Ultima ora