×

Amazon, rimborsi per chi compra prodotti pericolosi da venditori terzi

In seguito a una denuncia di una Commissione di consumatori americana, Amazon farà rimborsi per clienti che hanno preso prodotti pericolosi.

rimborso prodotti pericolosi amazon

In seguito alla denuncia da parte di un’agenzia americana di consumatori, Amazon offre rimborsi e resi ai clienti che hanno comprato prodotti pericolosi da parte di venditori indipendenti sulla piattaforma. Particolare attenzione per oggetti elettrici che non rispetterebbero le norme di sicurezza e metterebbero a rischio la vita delle persone.

Amazon, rimborsi per prodotti pericolosi

Il colosso dell’e-commerce Amazon farà dei rimborsi e resi ai clienti vittime di prodotti ritenuti pericolosi o danneggiati da parte di venditori indipendenti.

La decisione è stata presa in seguito alla denuncia fatta da parte di un’agenzia americana per la protezione dei consumatori che aveva segnalato enormi quantità di oggetti ritenuti “pericolosi” venduti sulla piattaforma da venditori terzi.

Si fa riferimento soprattutto a prodotti elettrici, elettronici di scarsa qualità o danneggiati che quindi non rispetterebbero le norme di sicurezza.

Amazon, la nota ufficiale sui rimborsi di prodotti pericolosi

Nel caso imprevisto che un prodotto difettoso venduto su Amazon.com provochi danni alla proprietà o lesioni personali, Amazon risarcirà direttamente i clienti per richieste inferiori a 1.000 dollari“. Questa è la nota ufficiale pubblicata dall’azienda americana sul sito ufficiale, poche ore dopo il provvedimento.

Il risarcimento potrebbe riguardare anche importi superiori, ma cme riporta Amazon, solo nel caso in cui il venditore non risponda ai reclami o non accetti un reclamo che invce l’azienda ritiene valido.

Secondo l’azienda, pare che quest’ultimo caso rientri solo nel 20% dei casi.

Rimborsi per prodotti pericolosi, la denuncia ad Amazon

La Commissione di Sicurezza dei prodotti di consumo degli Stati Uniti ha accusato Amazon della vendita di 24mila rilevatori di monossido di carbonio, pigiami per bambini infiammabili, 40mila asciugacapelli senza certificazioni obbligatorie per legge.

Tutti prodotti difettosi o pericolosi che Amazon aveva prontamente rilevato dalla piattaforma, ma non è bastato per evitare la denuncia.

Attraverso la denuncia la Commissione ha speigato che quei prodotto rappresentano un rischio potenziale di morte, e di fatti legalemente Amazon saebbe tenuta a rimuoverli dal mercato.

Inoltre, Amazon ora è tenuta a collaborare con l’agenzia dei consumatori americani per diramare richiami di altri prodotti e farsi consigliate quali ritirare, per evitare ulteriori denunce.

Il tutto sempre accompagnato da rimborsi per clienti insoddisfatti che avrebbe messo a rischio la propria vita a causa dell’acquisto di prodotti pericolosi.

Contents.media
Ultima ora