×

Ambasciata somala a Roma occupata: cosa sta succedendo?

L'ambasciata somala di Roma sarebbe occupata da 20 giorni da un uomo giunto in Italia come "incaricato d’affari" che avrebbe spodestato l'attuale ambasciatore.

Ambasciata somala Roma

Da 20 giorni Ahmed Adbirahman Nur, arrivato in Italia con la carica di “incaricato d’affari” nominato dal governo di Mogadiscio, sarebbe barricato all’interno dell’ambasciata somala di Roma: dopo aver sfondato le porte, avrebbe sfrattato l’ambasciatore Mohamed Abdirahman Sheik Issa che, in carica in Italia da quattro anni, non aveva ancora terminato il suo mandato.

Ambasciata somala a Roma

Il blitz da parte di Nur, cugino dell’attuale presidente della Somalia Mohamed Abdullahi Farmajo, sarebbe avvenuto nella notte del 7 aprile. Secondo le ipotesi sarebbe entrato nel villino di via dei Gracchi aiutato da un falegname e un fabbro prendendone possesso. Forzando le serrature, avrebbe infatti mandato via l’ambasciatore in carica che, avendo trovato l’ingresso sbarrato, ha denunciato la vicenda al commissariato Prati invocando la protezione diplomatica.

Ambasciata somala a Roma: cosa sta succedendo

La Farnesina non ha ancora risposto ad Issa e le accuse mosse nei confronti di Nur sono al vaglio della magistratura, che sta lavorando al caso dagli inevitabili risvolti politici. Intanto l’avvocato dell’ambasciatore spodestato, Alì Abukar Hayo, ha confermato i fatti e annunciato “sviluppi inediti sulla vicenda” già dalle prossime ore.

Contents.media
Ultima ora