×

Ambiente, #cambiagesto per un corretto smaltimento dei mozziconi

Roma, 28 lug. (askanews) – Una campagna di sensibilizzazione per un corretto smaltimento dei mozziconi di sigaretta. E’ #cambiagesto, che quest’anno ha visto coinvolte 18 città, tra cui le new entry Cagliari, Cefalù, Genova, Reggio Calabria, Senigallia e Termoli, puntando a stimolare una presa di coscienza collettiva sul tema dell’inquinamento da mozziconi, con l’obiettivo di proteggere l’ambiente e tutelarne la biodiversità.

I numeri parlano chiaro: è di 800.000 tonnellate il peso dei mozziconi dispersi ogni anno nell’ambiente in tutto il mondo, piccoli rifiuti che, se non gestiti correttamente, possono inquinare l’ecosistema terrestre e marino.

Distribuiti oltre 270.000 portamozziconi tascabili messi a disposizione dei fumatori adulti. Elena Campagnolo, Assessore all’Ambiente del Comune di Senigallia:

“E’ fondamentale che ognuno di noi anche con dei piccoli gesti come questi si comporti in maniera rispettosa, va ricordato soprattutto ai giovani perchè diventino gesti abituali, come stiamo facendo per la raccolta differenziata e altri temi che riguardano l’ambiente”.

Ma quest’anno la campagna con la partnership con LifeGate, ha aderito al progetto LifeGate PlasticLess con l’attivazione di tre dispositivi “Seabin”, che per essere messi in funzione dovranno raccogliere 500 condivisioni dell’hashtag #CAMBIAGESTO.

I Seabin saranno attivati in tre grandi porti italiani entro la fine dell’anno. Ma cosa sono i Seabin?

Michele Samoggia Zerbetto, Responsabile Comunicazione e

Sostenibilità Philip Morris Italia:

“Sono particolari cestini grazie ai quali è possibile raccogliere fino a 500 kg di plastica dal mare. La loro installazione sarà resa possibile grazie alla collaborazione di tutte le persone che con una foto o una story su Instagram postando l’hashtag cambiagesto contribuiranno a raccontarci il loro modo di salvare l’ambiente, di prendersi cura della terra”.

Promossa e finanziata da Philip Morris Italia, la campagna ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica ed è realizzata con il supporto di tanti volontari di Retakee Plastic Free, realtà da sempre impegnate con azioni di contrasto ai fenomeni del littering e del degrado ambientale.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora