Italia, scacco ai Campioni: Spagna battuta 2-1 | Notizie.it
Italia, scacco ai Campioni: Spagna battuta 2-1
Sport

Italia, scacco ai Campioni: Spagna battuta 2-1

Una vittoria per la storia (il successo contro la Spagna mancava dal ’94) ed il morale, soprattutto dei due goleador di giornata, al centro di tormentoni di mercato curiosamente legati alla stessa squadra, il Milan. L’Italia vince l’amichevole extra-lusso contro la Spagna giocata in una Bari stracolma di affetto per i colori azzurri: di Montolivo all’11’ del primo tempo e di Aquilani a cinque dal 90’, coadiuvato però da una netta deviazione di Albiol, le reti del successo, intervallate dal rigore di Xabi Alonso al 36’, concesso per un dubbio dallo di Chiellini su Llorente (quei classici falli contemporanei a cui in Italia non si è abituati perché i fischietti nostrani danno sempre ragione alle difese).

Quanto al dato tecnico, però, è difficile esprimere valutazioni serie e precise, visto il periodo storico e le tante assenze tra i campioni del Mondo in carica. Ma questo in fondo è il dato meno importante, perché a prescindere dagli effettivi di Del Bosque non era certo pensabile mettersi in competizione con le infinite risorse garantite dalla leva calcistica iberica.

Pur rimaneggiata, infatti, la Spagna ha a lungo nascosto il pallone all’Italia, spentasi progressivamente dopo una buona prima mezz’ora. Quella in cui la squadra aveva avuto gambe e testa per rispettare le consegne di Prandelli: pressing per recuperare in fretta il pallone e poi buon possesso. Insomma le stesse armi degli spagnoli, anche se qualche differenza si è vista. Perché alla resa dei conti gli azzurri hanno sì colpito un palo con Criscito al 4’ e sbloccato la partita all’11’ con un bell’inserimento di Montolivo, che ha superato Casillas con un pregevole pallonetto su assist dello stesso neo difensore dello Zenit (i due sono stati i migliori tra gli azzurri) ma gli altri due pericoli, una conclusione sotto misura di Rossi ed una di Cassano in avvio di ripresa, la Spagna li ha corsi su rapide ripartenze, senza mai cedere il pallino del gioco.

E questo perché ad una buona fase di pressione non ha coinciso un’altrettanto valida gestione della palla: solo Pirlo ha provato, a corrente alternata, a dispensare i suoi precisi lanci ma al resto c’ha pensato la serata grigia della coppia d’attacco, soprattutto un Rossi troppo spesso in fuorigioco e parso fuori condizione. Così dal rigore in poi la partita degli azzurri si è di fatto conclusa: le gambe non hanno più retto e la squadra si è allungata pericolosamente, concedendo spazio alla tela di una Spagna sembrata a tratti largamente deconcentrata. Nella ripresa Llorente prima e Villa poi hanno graziato Buffon, prima della sorpresa finale, buona comunque per far proseguire la linea del nuovo corso pirandelliano, in attesa però degli impegni veri per i quali bisognerà però aspettare dieci mesi con l’Europeo. Intanto c’è materiale per Galliani: ma chi è il vero Mister X? Montolivo o Aquilani?

Italia-Spagna 2-1

Marcatori: 11′ Montolivo; 37′ rig. Xabi Alonso; 84′ Aquilani

Italia: Buffon; Maggio, Ranocchia (77′ Bonucci), Chiellini, Criscito; De Rossi (65′ Aquilani), Pirlo, Thiago Motta (46′ Marchisio); Montolivo (75′ Nocerino); Rossi (60′ Pazzini), Cassano (60′ Balotelli). (Sirigu, De Sanctis, Ogbonna, Cassani, Balzaretti, Palombo, Giovinco). All.: C. Prandelli.

Spagna: Casillas (46′ V. Valdes); Iraola (46′ Thiago Alcantara), Piquè (45′ p.t. Busquets), Albiol, Arbeloa; Javi Martinez, Xabi Alonso, Iniesta (46′ Villa); Cazorla (80′ Mata), Fernando Torres (15′ Llorente), Silva. (Reina, Monreal, Pedro, Negredo). All.: V. Del Bosque.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche