×

Amichevoli: cresce bene il Brescia dei giovani. Livorno e Padova a forza nove

default featured image 3 1200x900 768x576

Feczesin

La solita messe di gol ma anche qualche utile indicazione nei test domenicali di tre delle grandi della Serie B.

Brescia-Lecco 4-0. Dopo il test di sabato riservato ai rincalzi gli attuali titolari (senza i big in uscita) del Brescia raccolgono consensi contro il Lecco dell’ex Alfredo Magni (allenatore delle Rondinelle nell’anno della retrocessione in B datata 1981), ambiziosa formazione di Seconda Divisione. Squadra dinamica come chiede Scienza, convince in particolare il principale esperimento provato dal tecnico nei primi giorni di ritiro, ovvero Budel schierato come mezzala.

L’esperto centrocampista sembra a suo agio in un ruolo non suo, sorprendendo soprattutto nei tempi di inserimento. Mattatore è stato comunque Feczesin, autore di una tripletta: il primo gol arriva al 21’ su rigore da lui stesso procurato, poi raddoppia Budel dalla distanza. In apertura di secondo tempo il centravanti ungherese concede il bis di testa su cross del positivo Jonathas, in campo anche ieri. Poi i tanti cambi abbassano i ritmi ma nel finale Feczesin completa il repertorio andando a segno anche di piede, su bel passaggio filtrante di Cordova, impiegato negli ultimi venti minuti da trequartista.

Livorno-Novese 9-0. Si chiude con la prevista goleada il ritiro cuneese del Livorno, che subito dopo la partita ha fatto ritorno in città, prima squadra di B a chiudere la prima fase di preparazione. Ancora da definire la seconda parte del ritiro che condurrà all’esordio in Coppa Italia di metà agosto. Novellino ha insistito sul 4-2-3-1 non cambiando neppure gli interpreti della formazione iniziale rispetto alla partita contro il Savona: il mercato è ancora apertissimo ma le indicazioni fornite dal gruppo sono già confortanti. Nel primo tempo a segno Volpato, Dionisi e Bernardini, poi spazio ai rincalzi con reti di Bigazzi, Paulinho su rigore, tripletta di Max Volpe e chiusura ancora di Volpato. Ancora assenti Perticone e De Lucia, messi di fatto fuori rosa da Novellino (e da Spinelli?).

Padova-Tonezza Team 9-0. Anomalo test su quattro tempi per i biancoscudati opposti ad una selezione di giocatori senza contratti, in gran parte stranieri. Molto bene comunque il tridente di Dal Canto, in particolar modo i mobilissimi Cutolo e Lazarevic, che sembrano aver già imparato a memoria il verbo dell’allenatore tra continui tagli e smarcamenti. In particolare l’ala ex Torino è scatenata: corre, scarta avversari a ripetizione, prende un palo e poi va pure in gol, al 23’, con un gran tiro da fuori, pochi minuti dopo il primo gol di Cuffa, che sfrutta un’uscita a vuoto del portiere. Altri due gol ravvicinati pure nel secondo mini-tempo con Osuji ed ancora Lazarevic, che poi si procura il rigore sbagliato da Italiano. Nella seconda parte di gara il Tonezza Team si scompone ed i gol arrivano a grappoli: c’è gloria per Giovannini, Dramè e per Di Nardo, autore di una tripletta.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora