Amy Winehouse, la rivelazione del padre Mitch
Amy Winehouse, la rivelazione del padre Mitch
Lifestyle

Amy Winehouse, la rivelazione del padre Mitch

Amy Winehouse

Mitch Winehouse, padre della cantante Amy, ha rilasciato un'intervista al Sun in cui racconta di parlare con lo spirito della figlia.

Amy Winehouse è morta nell’estate del 2011 a soli 27 anni, ma il suo mito non si è mai spento. Oggi, a distanza di più di sei anni dalla sua morte, il padre Mitch ha rilasciato una dichiarazione che ha dell’incredibile. L’uomo ha detto al tabloid inglese Sun che la figlia si è reincarnata in un merlo che spesso gli fa visita. La cantante aveva in effetti il tatuaggio di un merlo su un braccio. “Dopo tre giorni dalla sua morte mi sono convinto che sarebbe tornato in qualche forma e così è successo. Il suo spirito mi fa visita continuamente” ha detto Mitch. Amy è morta a causa di un avvelenamento da alcol. Più di una volta aveva tentato di disintossicarsi ma forse non ci era mai riuscita davvero. Inquieta e ribelle aveva perfino scritto un brano in cui parlava di una fuga dalla rehab che poi sarebbe diventato famosissimo. In molti incolpano il marito Blake Fielder per la morte di Amy.

I due avevano divorziato nel 2009, ma è stato Blake ad iniziare la cantante pop all’eroina, al crack e all’autolesionismo.

Una vita brevissima

Amy

Amy Winehouse è stata trovata morta dalla guardia del corpo che viveva in casa sua. L’artista aveva bevuto grandi quantità di vodka fino a morirne intossicata. La sua vita brevissima l’ha fatta entrare nella leggenda insieme ad altri cantanti maledetti che sono morti all’età di 27 anni come Jimi Hendrix, Janis Joplin e Kurt Cobain. Tanto che spesso si parla di un triste club dei ’27’. Il compleanno di Amy era il 14 settembre e proprio quel giorno è il più duro di tutti per papà Mitch. “Viviamo dei momenti molto difficili, soprattutto il giorno del suo compleanno, il 14 settembre, è davvero dura” ha detto l’uomo al Sun. A dargli un po’ di conforto, però, c’è questo merlo in cui Mitch rivede il volto della figlia. In tutti questi anni il volatile, che sarebbe appunto lo spirito della cantante, ha fatto visita continuamente a lui e a sua moglie. La prima volta Mitch l’ha visto a casa di sua sorella e, quando ha tentato di metterlo su un trespolo, il merlo si è posato invece sul suo piede.

Un merlo magico

Amy

Nessuno che non ci sia passato può immaginare il dolore di un padre che perde la figlia. Ma Mitch ora ha trovato conforto in questo uccello un po’ magico che gli permette di entrare in contatto con Amy. “Sono successe tante cose strane. Il suo spirito arriva e si siede sul bordo del mio letto. Rimane lì seduta ed è sempre la stessa, con il suo viso splendido. Mi guarda e io le chiedo se va tutto bene. Sono molto nervoso quando la vedo, ma mi conforta saperla vicina” ha rivelato l’uomo al tabloid britannico. Mitch ha in progetto un musical per ricordare la figlia. “Vogliamo far qualcosa che ricordi Amy, qualcosa che vada ben oltre l’alcol e le droghe. Vogliamo far qualcosa di positivo riguardo al modo in cui lei sviluppò la sua musica. Ciò che non è mai stato compreso è che Amy non faceva uso di droghe da tre anni quando è morta” ci ha tenuto a ribadire Mitch Winehouse. I fan, che non l’hanno mai dimenticata e che si sono commossi guardando il film a lei dedicato, non si faranno certo scappare l’occasione di vedere anche questo attesissimo musical dedicato alla memoria di una grande, grandissima artista.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche