> > Anche Chieti piange la povera Mariangela Iorio

Anche Chieti piange la povera Mariangela Iorio

Mariangela Iorio

In Abruzzo si era fatta apprezzare alla "D'Annunzio" e nella sua delicata attività professionale, anche Chieti piange la povera Mariangela Iorio

Anche Chieti con il suo territorio piange la povera Mariangela Iorio, la psicologa morta in un incidente stradale a Lesina era molto conosciuta anche a San Salvo dove aveva lo studio.

Il dolore per la tragica scomparsa della dottoressa sta coinvolgendo l’Abruzzo, il Lazio e la Puglia. La 39enne dottoressa Iorio era morta domenica 8 gennaio dopo un terribile incidente stradale avvenuto sabato sulla Statale 16, a pochi chilometri da Marina di Lesina, tra Molise e Puglia

Chieti piange la povera Mariangela Iorio

La psicoterapeuta era nata a Termoli nel 1983, aveva studiato all’università La Sapienza di Roma ed era stata “ricercatrice presso il Cesi centro di eccellenza per l’invecchiamento dell’università d’Annunzio di Chieti”.

I media locali spiegano che la dottoressa Iorio “da tre anni riceveva pazienti nei suoi studi privati: uno nella città dove risiedeva, Larino, l’altro in provincia di Chieti, precisamente a San Salvo”. 

Lo schianto e il trasferimento in eliambulanza

La 39enne è spirata presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Lì era stata trasferita in codice rosso dopo un tremendo  incidente stradale che aveva visto impattare una una Ford Kuga e una Alfa 159 lungo la Statale 16 a Marina di Lesina.

In una delle auto Mariangela viaggiava con il marito e il figlio di 4 anni. Malgrado l’elitrasporto in ospedale la psicologa non ce l’aveva fatta.