×

André Silva, chi è il calciatore numero 9 del Portogallo

Porta il numero 9 della nazionale portoghese, è André Silva ed è la promessa in cui crede CR7.

André Silva
André Silva

Nato a Gondomar il 6 novembre 1995, André Silva è attaccante del Milan e della nazionale portoghese. Una volta 18enne ha esordito con la formazione B del Porto, a 20 anni ha debuttato nella prima squadra. Nel 2016 il suo esordio in Champions League non passa inosservato, calcia e segna da rigore, gol che vale il pareggio contro la Roma.

A giugno 2017 passa al Milan per circa 40 milioni di euro con un contratto di 5 anni. Debutta in serie A nel campo del Crotone ad agosto.

André Silva

André Silva ha debuttato nella nazionale Under-20 nel 2015, ha segnato 4 gol in 5 partite e ha esordito nell’Under-21 nello stesso anno. Nel settembre 2016 fa il suo esordio nella nazionale maggiore e ha segnato il suo primo gol nella gara contro l’Andorra, valida per le qualificazioni al mondiale 2018.

Oggi lo vediamo giocare nella nazionale portoghese col numero 9 in campo. André Silva è molto stimato dal grande Cristiano Ronaldo, il numero 7, come attaccante. Lo stesso CR7 ha affermato “Quando mi ritirerò dal calcio giocato, il Portogallo sarà comunque in buone mani. Abbiamo un grande attaccante, André Silva”.

Infatti il numero 9 portoghese è dotato di un’ottima tecnica individuale, oltre che essere molto veloce e forte fisicamente.

Chi è il giovane calciatore

Quando è arrivato al Milan era la promessa della serie A, ma nella squadra milanese è riuscito a totalizzare solo 2 gol su 24 presenze. E mentre viene bocciato in Italia, il goleador fa scintille in Portogallo, totalizzando 12 gol sotto la guida del CT Fernando Santos. Solo CR7 lo supera con 31 reti. Una discrepanza non da poco quella della prestazione del giovane calciatore nel Milan a confronto con la nazionale portoghese.

Non si direbbe che a scuola era un vero secchione vista la scarsa personalità mostrata in Italia. Eppure, tra i banchi, il ragazzo era uno tra i più diligenti e composti, infatti la sua media era quella dell’8. Cosa a cui può credere più facilmente la nazionale portoghese. Infatti André Silva è malato di perfezionismo, gli piace risaltare e distinguersi. Non per niente è stato il giovane che nella nazionale maggiore ha segnato 3 gol in 25 minuti alle Far Oer. Nel Portogallo dimostra lealtà e altruismo verso i compagni come un vero leader e campione. Non possiamo dire lo stesso in Italia.

All’arrivo del ragazzo a Milano, molti lo invitavano a mandare il suo CV all’azienda americana di moda Abercrombie & Fitch. Quindi il suo bel fascino da sciupa femmine era stato notato ancor prima del suo talento nel piede. La sua fama da latin lover non è, infatti, scarsa, il ragazzo vanta numerose conquiste tra le più belle modelle del mondo, tra cui la sorella di Neymar, Rafaella Beckran Santos.

Oggi

Dai campi da hockey con i pattini ai piedi, al campo in Russia per i mondiali di calcio col talento nei piedi. Il giovane André Silva, il preferito di CR7, aveva creato grandi aspettative in Italia, non solo al Milan. Nella squadra è stato superato da un giovane e italiano Cutrone. La speranza che cresca fa disinteressare il club milanista a considerare l’interesse del Wolverhampton, più orientato al prestito affinché possa usufruire del suo talento una volta maturato.

Contents.media
Ultima ora