×

Andrea Bocelli, parla la madre: “Non doveva nascere”

Andrea Bocelli, parla la madre Edi Aringhieri. Racconta che i dottori le avrebbero consigliato di abortire durante la gravidanza.

default featured image 3 1200x900 768x576

Andrea Bocelli, parla la mamma del tenore italiano più conosciuto al mondo. La donna avrebbe raccontato come i medici le avrebbero consigliato di interrompere la gravidanza, a causa dei possibili gravi handicap che avrebbe riportato il piccolo. Ma Edi Aringhieri ha voluto essere forte, per lei e per tutte le madri che ogni giorno lottano per dare alla luce un figlio.

Edi si era ripromessa di amare incondizionatamente il bimbo che ora, diventato uomo, non perde occasione per ringraziarla per tutto quello che ha fatto.

Andrea Bocelli: “Non dovevo nascere”

Andrea Bocelli, tenore amatissimo di fama internazionale, ha avuto una delle madri più forte e coraggiose al mondo. Lo racconta proprio Edi Aringhieri, la mamma del tenore. Durante l’intervista a Domenica In, tenutasi il 21 gennaio 2018, la madre di Bocelli ha raccontate i fatti della sua gravidanza.

Come ogni donna, all’idea di una gravidanza la giovane Edi ne era entusiasta. Il suo bimbo sarebbe nato e l’avrebbe resa madre, una delle soddisfazioni più grandi per ogni donna che desidera allargare la famiglia.

Ai controlli di routine però, non sempre la giovane Edi ha avuto notizie positive. “Mi dissero che avrei potuto avere un figlio con un handicap, portai lo stesso a termine la gravidanza”, afferma orgogliosa la donna.

Dopo il suo arrivo in ospedale dopo un grave dolore addominale, i medici le consigliarono di interrompere la gravidanza. Il dolore venne poi scambiato per un’appendicite. E da qui i medici le avrebbero più volte consigliato di abortire, per i gravi handicap che avrebbe potuto portare il piccolo nel suo grembo. Ma Edi non ha mai desistito, convinta della sua scelta.

Andrea Bocelli

Edi Aringhieri, grazie mamma

La mamma di Bocelli non ha mai smesso di ricordare quei momenti di tristezza. Ma non è mai data per vinta. Ha voluto continuare la gravidanza per dare alla luce quel bimbo tanto desiderato. “Non l’ho fatto solo per me stessa”, afferma Edi. La donna ha voluto combattere contro chi voleva l’aborto, per dare forza a tutti quei genitori che si trovano ogni giorno alle prese con questi problemi. “Ho voluto raccontare questa storia per dare forza alle famiglie che affrontano situazioni simili a quella vissuta da me e dalla mia famiglia”, ha raccontato la donna. Edi afferma che avrebbe amato il figlio incondizionatamente e così ha sempre fatto.

Edi ha anche ricordato il momento della scoperta della cecità. Il piccolo Andrea aveva solo 12 anni. Attimi difficili in famiglia Bocelli, che li hanno resi più forti. La musica ha sempre fatto parte della vita del ragazzo. Ma con l’avanzare della malattia, il ragazzo si è approcciato al mondo della musica. E ha deciso che sarebbe diventato un talento. Andrea Bocelli ricorda sempre con grande affetto la madre. Coglie sempre l’occasione per ringraziarla per tutto quello che ha sempre fatto per lui.

Contents.media
Ultima ora