×

Andreea Rabciuc, il fidanzato: “Sono sicuro che si è sentita con qualcuno”

Il fidanzato di Andreea Rabciuc si è detto sicuro che, prima di scomparire, la sua fidanzata abbia contattato qualcuno: i messaggi e le chiamate non sono però risultate dal backup.

Andreea Rabciuc

Simone Gresti, fidanzato di Andreea Rabciuc e unico indagato per la sua scomparsa, ha ribadito di non centrare nulla con l’allontanamento della giovane e si è detto sicuro che abbia contattato qualcuno prima di sparire.

Andreea Rabciuc: parla il fidanzato

Intervenuto ai microfoni di Chi l’ha visto?, il ragazzo ha sostenuto che Andreea si stia nascondendo e, dato che il suo caso si è ingrandito, magari abbia paura e voglia rimanere nascosta. “Poi può essere pure che gli sia capitato qualcosa e qualcuno sta coprendo quello che ha fatto, ma io e i miei amici non centriamo assolutamente niente e non gli abbiamo ma fatto nulla di male“, ha aggiunto.

Secondo lui, la sera prima della scomparsa (che la coppia ha trascorso in compagnia di altre due persone) la fidanzata avrebbe chattato con qualcuno ma “cosa si è scritta non lo so perché non c’erano quei messaggi né le chiamata sul telefono, le avrà eliminate o le aveva fatte con qualche altra applicazione“. Quando Simone ha fatto il backup sul suo cellulare, del materiale sarebbe infatti andato perso (forse perché non ha collegato lo smartphone alla rete, ha detto il consulente del suo legale).

I contatti della sera prima della scomparsa

Che la giovane abbia parlato con qualcuno prima di sparire è stato confermato dal padre e dall’ex compagno. Il primo, che vive in Spagna, ha confermato di aver ricevuto una chiamata dalla figlia alle 4:20 di notte (“non ho risposto perché stavo dormendo“) e il secondo ha parlato di un messaggio vocale inviatogli dalla 27enne. Quella notte lui l’avrebbe contattata per andare a prenderla ma lei gli avrebbe detto di aspettare il giorno dopo, senza rivelargli però la posizione.

Sul perché il telefono di Andreea sia nelle mani di Simone, quest’ultimo ha chiarito che “quella sera io volevo contattare la madre o il suo compagno, ma lei non voleva, tentava di togliermi il suo cellulare dalle mani e poi è fuggita“.

Contents.media
Ultima ora