> > Angela Celentano, prelevato il dna della ragazza sudamericana: attesa per il ...

Angela Celentano, prelevato il dna della ragazza sudamericana: attesa per il test

Angela Celentano

Prelevato il dna della ragazza sudamericana che potrebbe essere Angela Celentano. Il materiale genetico sarà confrontato con i genitori.

Il dna della ragazza sudamericana, che potrebbe essere Angela Celentano, è stato ufficialmente prelevato.

Verrà confrontato con i genitori della bambina scomparsa nel 1996 su Monte Faito.

Angela Celentano, prelevato il dna della ragazza sudamericana: attesa per il test

Il campione di dna della ragazza sudamericana che somiglia ad Angela Celentano è stato prelevato. Potrebbe finalmente arrivare una svolta nel caso della bambina scomparsa nel 1996 sul Monte Faito, a Napoli, mentre era in gita con la famiglia. Una delle piste per trovare la bambina porta in Sud America, dove vive la ragazza individuata recentemente dallo studio legale di Luigi Ferrandino, difensore dei coniugi Catello Celentano e Maria Staiano, genitori di Angela.

Ora c’è grande attesa per il risultato del test del Dna, che sarà confrontato con il patrimonio genetico dei genitori.

Nei giorni scorsi finalmente un collaboratore del mio studio, in un paese nordeuropeo, ha incontrato la ragazza sud americana che sospettiamo possa essere Angela Celentano, la bambina scomparsa nel 1996 sul Monte Faito, a Vico Equense, in provincia di Napoli, e ha proceduto al prelievo del materiale genetico e a spedirlo al mio studio di Napoli” ha dichiarato l’avvocato.

Non appena ne sarò in possesso provvederò ad inviarlo ad uno dei laboratori di mia fiducia specializzati nella individuazione di profili DNA. Conto entro una decina di poter procedere al confronto del profilo genetico della ragazza sud americana con il profilo dei signori Celentano” ha aggiunto.

L’attesa per il test in laboratorio

Solo il test del dna potrà chiarire la situazione e svelare se la ragazza sudamericana è realmente Angela Celentano.

La speranza di ritrovare la bambina, nonostante siano passati tanti anni, non è ancora svanita. I riflettori si sono accesi anche su una possibile pista turca. Si tratta di una inchiesta aperta dalla Procura di Napoli nel 2009 e che va avanti. La gip Federica Colucci ha infatti deciso di rigettare l’archiviazione sulle indagini della Dda riguardo alla possibile presenza di Angela Celentano in Turchia. La bimba è scomparsa il 10 agosto 1996 e potrebbe vivere sull’isolotto Buyukada con un uomo che crede essere suo padre.

L’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Napoli sulla pista turca è iniziata in seguito alle dichiarazioni di una donna, Vincenza Trentinella, che aveva indirizzato gli inquirenti in Turchia. La donna aveva raccontato di aver scoperto la presenza della piccola Angela in Turchia da un prete, che a sua volta era venuto a conoscenza di queste informazioni in confessionale.