Angelo Branduardi padrino di "Mejlogu la Cultura delle Tradizioni" a Cossoine - Notizie.it
Angelo Branduardi padrino di “Mejlogu la Cultura delle Tradizioni” a Cossoine
Sardegna

Angelo Branduardi padrino di “Mejlogu la Cultura delle Tradizioni” a Cossoine

Sara’ Angelo Branduardi il padrino scelto dalla Pro Loco e dall’Amministrazione Comunale di Cossoine (Sassari) per “Mejlogu la Cultura delle tradizioni”, la Mostra Mercato dei prodotti tipici e delle attività artigianali locali che si terra’ nei giorni 29, 30 e 31 luglio prossimi. L’edizione 2011, proprio in concomitanza con l’arrivo del violinista menestrello, avra’ un sottotitolo eloquente: “dal Medioevo all’Unità d’Italia, passando per il contesto europeo”.

Ad affiancare l’artista lombardo, ci sara’ infatti una mostra sull’unità d’Italia, le musiche balcaniche, turche, yiddish e greche dell’Orchestra Bailam, prevista per il 29 luglio, i gruppi folkloristici di Portogallo, Lituania, Slovacchia e Sardegna di scena il 31 luglio; il tutto passerà per il 30 luglio, data del concerto di Branduardi preceduto, a partire dalle ore 15.00, dalla sfilata di 200 comparse medioevali accompagnate da tradizionali musiche del ‘300, Cena Medioevale presso la Pineta Comunale con intervento letterario di Angelo Branduardi e Musiche di Futuro Antico VII, repertorio medioevale, popolare irlandese e scozzese a cura della Clarsech Ensemble.

Il concerto vero e proprio è previsto per le ore 22.30, all’Anfiteatro Comunale, preceduto dall’intervento ospite dei Tenores di Neoneli.

Branduardi ritorna a Cossoine dopo il tour “Pane e Rose” del 1990, ai tempi ospite della festa di Santa Maria Iscalas. Il concerto del 30 luglio, oltre a far da cornice ai processi di sviluppo turistico in atto, si inserisce nei festeggiamenti per i dieci anni di attività della Pro Loco Bastiano Unali, a guida del Presidente Pietro Foddanu, coadiuvato da un giovane intraprendente Consiglio di Amministrazione. In questa occasione, Branduardi presenterà al pubblico il nuovo album “Così è se mi pare” realizzato in collaborazione con Luisa Zappa, Pasquale Panella ed Elvis Costello. L’artista sarà accompagnato da Gigi Cappellotto (basso), Maurizio Fabrizio (pianoforte e chitarre), Lele Melotti (batteria), Davide Regazzoni (percussioni), Fawzia Salama (voce femminile).

Un “Mejlogu” tipicamente medioevale quindi con canzoni, quelle di Angelo Branduardi, che vanno al di là del tempo e dello spazio, note barocche che raccontano di animali parlanti, favole dimenticate di streghe e fantasmi, amori leggendari.

Amato in Italia, il suo stile originale e personale è ammirato ed elogiato allo stesso modo in Europa, dall’Austria al Belgio. Il concerto, unica data in Sardegna, propone anche pezzi dall’opera su San Francesco, “L’infinitamente piccolo”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*