×

Animali fantastici: Ezra Miller è stato nuovamente arrestato

Ezra Miller di Animali fantastici è stato di nuovo arrestato: avrebbe aggredito una donna, Warner Bros potrebbe prendere provvedimenti.

Ezra Miller

Lo scorso 13 aprile è uscito in Italia Animali fantastici: I segreti di Silente, terzo capitolo del prequel/spin-off di Harry Potter. Ezra Miller, facente parte del cast, è stato nuovamente arrestato per aggressione dalla polizia delle Hawaii. Si tratta della seconda volta nello stesso mese.

Secondo quanto informa il Guardian l’attore avrebbe aggredito una donna lanciandole una sedia addosso. Il 29enne avrebbe perso il controllo dopo essersi rifiutato di lasciare una residenza privata. La vittima dell’aggressione, una ragazza di 26 anni, ha riportato una ferita in fronte, che è stata opportunamente ricucita. Ezra Miller sarebbe stato arrestato, e in seguito rilasciato, alle 1:30 del 20 aprile. Warner Bros, a questo punto, potrebbe prendere seri provvedimenti nei suoi confronti. 

Era già stato arrestato a fine marzo

Soltanto il 27 marzo scorso Ezra Miller era stato arrestato in un bar delle Hawaii. Il 29enne, che dovrebbe interpretare il supereroe Flash nell’omonimo film in lavorazione, aveva attirato l’attenzione della polizia in quanto stava molestando dei clienti urlando e imprecando contro di loro. Avrebbe prima infastidito una donna, per poi prendersela con un giovane di 32 anni. Ezra, anche in quel caso, era stato prima arrestato e poi rilasciato. 

Animali fantastici 3: chi interpreta Ezra Miller

Animali Fantastici 3 è la nuova avventura ambientata nel mondo magico, lo stesso in cui si muove Harry Potter. A essere precisi, la pellicola si colloca cronologicamente circa 60 anni prima delle avventure del famoso maghetto. Qui Ezra Miller interpreta il personaggio di Credence Barebone. La star 29enne sta tuttavia dando diversi grattacapi alla Warner Bros, casa produttrice del film. Ora Ezra rischia grosso e potrebbe vedersi preclusa qualsiasi collaborazione futura con la WB. 

Contents.media
Ultima ora