> > Anniversario MSI, Meloni difende La Russa per i post sui social. E annuncia: ...

Anniversario MSI, Meloni difende La Russa per i post sui social. E annuncia: “Festeggerò il 25 aprile”

meloni msi la russa

In conferenza stampa, Giorgia Meloni ha difeso Ignazio La Russa per il post condiviso sui suoi canali social sull’anniversario del MSI.

Il premier Giorgia Meloni ha difeso il presidente del Senato Ignazio La Russa per il post celebrativo condiviso sui suoi social per l’anniversario del MSI.

La leader di Fratelli d’Italia ha anche annunciato che festeggerà il 25 aprile.

Anniversario MSI, Meloni difende La Russa per i post sui social

In occasione della conferenza stampa di fine anno, il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha risposto a una domanda di Fanpage.it incentrata sul post per celebrare l’anniversario del MSI condiviso dal presidente del Senato Ignazio La Russa sui suoi canali social. “È un dibattito che mi ha molto colpito.

Credo che il Movimento sociale italiano sia un partito che abbia avuto un ruolo nella storia della Repubblica, il ruolo di traghettare verso la democrazia milioni di italiani che erano usciti sconfitti dalla guerra, un partito della destra repubblicana, che ha partecipato all’elezione dei presidenti della repubblica e ha avuto un ruolo molto importante contro le violenze e il terrorismo”, ha detto, facendo riferimento al gesto di La Russa per l’anniversario del partito di ispirazione neofascista (fondato il 26 dicembre 1946) che ha scatenato un’ondata di polemiche all’interno e all’esterno del Parlamento.

Contro la seconda carica dello Stato, infatti, si sono scagliate non solo le opposizioni ma anche l’Anpi e la Comunità ebraica di Roma che hanno contestato il presidente del Senato e gli hanno ricordato che la Repubblica italiana e la sua Costituzione si fondano sulla Resistenza antifascista.

E annuncia: “Festeggerò il 25 aprile”

E, mentre La Russa in un’intervista al Corriere della Sera ha affermato di non avere alcuna intenzione di rinnegare le sue idee, Meloni in conferenza stampa ha dichiarato: “Si può condividere o non condividere, ma è stato un partito della storia democratica.

È stato un partito presente nelle dinamiche parlamentari, della destra, democratico”.

E ha aggiunto: “Francamente non capisco perché qualcosa che era perfettamente presentabile 10, 20, 50 anni fa tanto da partecipare all’elezione di Presidenti della Repubblica, debba diventare impresentabile oggi. Non mi torna il gioco al rilancio eterno, per cui si deve sempre cancellare di più”.

Rispondendo alle accuse della comunità ebraica, invece, il premier ha precisato: “Il Msi è sempre stato chiarissimo sulla lotta all’antisemitismo.

È una comunità che ha fatto il suo percorso, oggi alcuni esponenti del governo, delle massime cariche dello Stato, vengono da quell’esperienza. Ci sono arrivati con un voto democratico. Vuol dire che la maggioranza degli italiani non considerava quella storia impresentabile, e penso che anche questo si debba rispettare”.

Infine, Meloni ha comunicato in modo definitivo che festeggerà ufficialmente l’Anniversario della Liberazione d’Italia il prossimo 25 aprile.