×

Ansia, il post di una ragazza sull’argomento diventa virale

Una ragazza americana, Brittany Nichole Morefield, di 23 anni, parla su Facebook dell’ansia di cui soffre: il suo coraggioso messaggio diventa virale.

default featured image 3 1200x900 768x576

L’ansia: molti di noi soffrono, spesso sottovalutando un problema che può diventare davvero patologico e invalidante per la nostra vita; un problema di cui per chi ci sta attorno – inclusi i familiari e gli amici – non è facile da percepire. Una 23enne americana, Brittany Nichole Morefield, una make-up artist della Carolina del Nord, sposata e madre di un bambino, se ne è resa conto e ha deciso di raccontare in un lungo post su Facebook la propria esperienza personale, sperando di aiutare altre persone che come lei soffrono d’ansia.

Ciò che ha scritto è diventato virale.

Le parole della ragazza

Intanto Brittany ha provato a dare una definizione di “ansia”, postando anche una sua foto mentre, alle 2 di notte, cerca di entrare nella doccia – si vedono solo un ginocchio, una gamba e un piede –, nel tentativo di calmare il suo stato d’animo. “L’ansia non è solo avere difficoltà a riprendere fiato. “L’ansia è svegliarsi alle 3 di notte mentre si dorme profondamente, perché il tuo cuore batte all’impazzata”; “L’ansia è farsi la doccia alle 2 del mattino; l’ansia è stressarsi per cose che potrebbero non accadere mai.

È farsi domande sulla propria fede, sul perché il Creatore permetta che mi senta in questo modo. L’ansia è chiamare tua sorella 3 ore prima che si svegli per andare al lavoro, nella speranza che ti risponda e permetta alla tua mente di non rimanere sotto attacco”; e ancora:“L’ansia è il tuo umore che cambia radicalmente nel giro di pochi minuti. […] L’ansia è piangere dolorose lacrime, è avere la nausea, è rimanere paralizzata.

L’ansia è oscura. È dover inventare scuse su scuse per il tuo comportamento. L’ansia è paura, è preoccupazione”.

Foto della ragazza

Brittany – la quale ha raccontato “Da quando ho memoria, ho sempre convissuto con l’ansia” – esorta a dare importanza a propri sentimenti e a non sentirsi in colpa o “finiti” se si soffre d’ansia, cosa che oltretutto capita anche a persone di successo.

L’importante, scrive la ragazza, è essere consapevoli della propria forza, della propria intelligenza e del proprio valore. Il suo messaggio si conclude con una sorta di appello: “Se hai bisogno di qualcuno con cui parlare, per favore non esitare a contattarmi. Non sarò mai sconvolta se mi fai la tua telefonata alle 2 di mattina”, con tanto di tenero e rassicurante cuoricino.

I riscontri

Riscontri positivi al suo post

Il post della ragazza ha ricevuto numerosi “Mi piace” e numerosi commenti per la sua testimonianza social: commenti di sostegno e di identificazione nelle sue parole, e anche di ringraziamento per essere riuscita ad esprimere ciò che affligge anche loro, ma che non riescono ad esprimere. Il suo post è stato apprezzato oltre 180 mila persone e si leggono commenti entusiasti come: “E’ la miglior cosa che abbia letto sull’ansia. Sono con te, con tutto il cuore”; oppure: “Ormai non sei più sola!”.

Un po’ di dati sulla diffusione dell’ansia nel mondo

Immagine dell'ansia

Secondo il sito Internet World Health Organization, circa 260 milioni persone al mondo devono convivere quotidianamente con disturbi legati all’ansia fino ad arrivare anche depressione – dramma che in quanto tale colpisce circa 300 milioni di persone a livello internazionale -. Un vero dramma.

Contents.media
Ultima ora