×

Antonio Stazi morto folgorato da un cavo dell’alta tensione davanti al padre: aveva 29 anni

Addio ad Antonio Stazi, ragazzo di 29 anni morto folgorato da un cavo dell'alta tensione: lascia la compagna e due figli piccoli.

Antonio Stazi morto

Dramma a Cave, nella provincia sud di Roma, dove Antonio Stazi è morto a 29 anni folgorato da un cavo dell’alta tensione mentre manovrava il braccio del camion dell’azienda di famiglia. La tragedia si è consumata davanti al padre Ettore, il primo a soccorrere il giovane e a rendersi conto della gravità della situazione.

Antonio Stazi morto folgorato

Secondo quanto ricostruito, padre e figlio avevano appena finito di lavorare nel giardino di una proprietà privata e Antonio stava caricando sul cassone del camion il trattore tagliaerba. All’improvviso, il braccio elevatore ha toccato i cavi della linea Enel da 20 mila Volts che attraversano il terreno provocando una scarica mortale.

Ettore, che ha assistito alla scena, è subito intervenuto per aiutare il figlio e ha allertato i sanitari del 118.

Giunti sul posto, costoro non hanno potuto purtroppo fare nulla per salvarlo e si sono limitati a dichiararne il decesso. Sul luogo dell’incidente sono giunte anche il nucleo ispettivo dell’Enel e le forrze dell’ordine, che hanno effettuato i rilievi utili a ricostruirne la dinamica, e il vicesindaco di Palestrina Umberto Capoleoni.

Antonio Stazi morto folgorato: “Sconvolti dalla tragedia”

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Cave Angelo Lupi.

Queste le sue parole: “Conosco bene la famiglia Stazi e la loro impresa e sono sconvolto per questa tragedia. Un dramma che colpisce due comunità, quella di Cave dove lavoravano spesso, e quella di Palestrina dove non solo il ragazzo era conosciuto e benvoluto ma la sorella Beatrice è anche capogruppo di maggioranza in Consiglio comunale. Una disgrazia che mi colpisce e mi addolora sia come sindaco che come amico“. Antonio lascia la compagna Debora e i figli di 1 e 7 anni.

Contents.media
Ultima ora