Apertura straordinaria Cenacolo Milano: come, quando vederlo
Apertura straordinaria Cenacolo Milano: come, quando vederlo
Cronaca

Apertura straordinaria Cenacolo Milano: come, quando vederlo

Cenacolo
Cenacolo

Dal 17 al 22 aprile in occasione del Fuorisalone il Cenacolo vinciano rimarrà aperto anche la sera dalle ore 19.00 alle ore 22.00.

Il Cenacolo, dipinto parietale realizzato da Leonardo Da Vinci nell’ex refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie, è una delle opere d’arte rinascimentali più importanti in Italia. Per poter permettere la visita del famoso dipinto alle persone giunte a Milano in occasione del Salone del Mobile è stato deciso che dal 17 aprile al 22 aprile 2018 il Cenacolo rimarrà aperto la sera dalle ore 19.00 alle ore 22.00.

Apertura straordinario del Cenacolo

Il marchio di design Lago ha deciso di patrocinare l’apertura serale del Cenacolo vinciano in occasione del Fuorisalone dal 17 aprile al 22 aprile dalle ore 19 alle ore 22. La scelta è ricaduta sul famoso dipinto parietale del maestro Leonardo Da Vinci in quanto quest’ultimo ha ispirato il tema Never stop looking beyond utilizzato dal marchio Lago per la Design Week 2018.

Per poter visitare il Cenacolo è necessario prenotare i biglietti sul sito cenacolovinciano.vivaticket.it. La prenotazione della visita è necessaria al fine di preservare l’opera d’arte e infatti all’interno dell’ex refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie possono entrare solo piccoli gruppi di 25 persone alla volta.

I biglietti hanno un costo di 10€ e i visitatori possono anche prendere in prestito un’audioguida. Si tratta di un sistema dotato di auricolari che spiega nella lingua selezionata (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, mandarino e giapponese) la storia e le particolarità del Cenacolo e ha una durata di 20 minuti.

Cenacolo vinciano

Il Cenacolo si trova nell’ex refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie ed è stato realizzato da Leonardo Da Vinci su commissione dell’allora reggente del Ducato di Milano, Ludovico il Moro tra il 1494 e il 1497. Leonardo Da Vinci decise di utilizzare una nuova tecnica nella realizzazione dell’opera ed infatti stese la tempera grassa su intonaco asciutto per poter dare maggiore risalto ai particolari. Il nuovo metodo, tuttavia, causò il deterioramento dell’opera che nel corso della storia dovette essere restaurata numerose volte per poterla mantenere intatta. L’ultimo restauro risale al 1999 e ha permesso di portare alla luce tutte le stesure autentiche. L’opera di Leonardo Da Vinci è stata dichiarata nel 1980 patrimonio dell’umanità dall’UNESCO insieme con la chiesa e il limitrofo convento domenicano.

Il Cenacolo ha ispirato il bestseller letterario Il codice da Vinci di Dan Brown, tuttavia, l’interpretazione esoterica dell’opera è stata confutata dalla lettura attenta del vangelo di Giovanni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche