Aquarius: Malta, "non abbiamo competenza sul caso"
Aquarius: Malta, “non abbiamo competenza sul caso”
Cronaca

Aquarius: Malta, “non abbiamo competenza sul caso”

aquarius salvini
aquarius salvini

Malta replica a Salvini dopo la chiusura dei porti italiani alla nave Aquarius: "il governo non ha competenza sul caso"

Dopo ore di silenzio è arrivata una prima replica di Malta in merito alla lettera che il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini ha inviato urgentemente alle autorità locali sulla questione migranti e sulla decisione di chiudere i porti italiani alla nave Aquarius. “Il governo di Malta non è né l’autorità che coordina ne ha competenza sul caso” ha sottolineato al quotidiano Malta Today un portavoce del governo della Valletta. E’ questa dunque la prima reazione dall’isola dopo la decisione del ministro e leader della Lega di non consentire all’imbarcazione l’accesso ad uno dei porti italiani. Il salvataggio dei 629 migranti a bordo dell’Aquarius, prosegue il portavoce del governo, “è avvenuto nella zona libica di ricerca e soccorso ed è stato coordinato dal centro di soccorso a Roma”.

La reazione di Medici Senza Frontiere

Ma il ministro Salvini rincara la dose con un annuncio sui social: “Da oggi anche l’Italia comincia a dire NO al traffico di esseri umani, NO al business dell’immigrazione clandestina.

Il mio obiettivo è garantire una vita serena a questi ragazzi in Africa e ai nostri figli in Italia”. Sulla vicenda è intervenuto Medici Senza Frontiere, il cui personale si trova sulla nave Aquarius: si “teme che ancora una volta la politica degli stati europei sia posta al di sopra delle vite delle persone. La priorità deve essere la sicurezza e il benessere di chi è a bordo. L’Italia – hanno aggiunto – ha chiesto alla Guardia Costiera di Malta di poter sbarcare a Malta tutte le persone soccorse”.

Sindaco di Messina, ‘pronti ad accogliere Aquarius’

L’amministrazione comunale di Messina ha reagito duramente alla decisione di Salvini dicendosi disposta ad accogliere l’Aquarius, a bordo della quale viaggiano 123 minori non accompagnati oltre a 11 bambini e 7 donne in gravidanza, nel proprio porto. “L’esordio del Ministro Matteo Salvini nella gestione dell’accoglienza migranti ci lascia esterrefatti – ha dichiarato il sindaco Renato Accorinti – sia nella dimensione umanitaria negata, che nella conoscenza delle leggi del mare. Non si può pensare di prescindere dai diritti universali dell’uomo e dal diritto della navigazione nei quali l’essere umano è sacro a prescindere dal colore della sua pelle e del suo paese d’origine. È dovere primario accogliere e ad una politica disumanizzante ci contrapponiamo con una politica fatta di diritti e di valore delle persone. Come è noto, tra l’altro, qualsiasi comandante di nave che riscontri esigenze connesse all’incolumità dei passeggeri può comunque procedere con l’attracco presso il primo porto ritenuto sicuro”.

“A dispetto del diktat del ministro Salvini – ha aggiunto il primo cittadino – l‘amministrazione Accorinti dichiara la sua disponibilità immediata perché la nave Aquarius possa attraccare presso il porto cittadino. Pertanto, il sindaco Accorinti e la sua Giunta, ritenendo di interpretare anche il pensiero di buona parte della città ribadisce la necessità che la nave umanitaria Aquarius possa trovare in Messina un porto sicuro dove offrire aiuto e sostegno. Nelle operazioni di soccorso – prosegue – ogni minuto di ritardo può avere conseguenze irreversibili che, in tal caso, interessano anche bambini piccoli, ragazzi soli e donne incinte. Che Matteo Salvini si assuma personalmente tutte le responsabilità dei rischi potenziali dovuti a tale rimpallo di responsabilità tra Malta e il nostro paese, strumentali ad una azione di forza che non può essere consentita, trattandosi di vite umane. Che i suoi alleati politici comprendano le complicità cui si prestano”.

De Magistris: “ministro senza cuore”

“Se un Ministro senza cuore lascia morire in mare donne incinte, bambini, anziani, esseri umani, il porto di Napoli è pronto ad accoglierli. Noi siamo umani, con un cuore grande. Napoli è pronta, senza soldi, per salvare vite umane”. Lo ha dichiarato il sindaco della città Luigi De Magistris con un messaggio postato sui social, replicando alla decisione del ministro Matteo Salvini.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Xiaomi Watch Xiaomi Huami Amazfit Bip Smartwatch White Cloud
81 €
Compra ora
Foppapedretti Segg. Auto Babyroad
63 €
77 € -18 %
Compra ora
Daniele Orlandi
Daniele Orlandi 5963 Articoli
Ama osservare, carpire ogni sfumatura, cogliere l'attimo e raccontare il tutto sulla carta stampata e sul web. Nato a Milano, dopo la laurea in Comunicazione Digitale ha intrapreso l'attività giornalistica sul campo pubblicando interviste, inchieste e approfondimenti su testate cartacee ed online. L'altra passione insieme alla scrittura? la musica. Dal 2011 collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile.