×

Arisa e Vito Coppola, un amore travestito da affetto

Dopo ballando con le Stelle e la prima "fiammata" Arisa e Vito Coppola incarnano un amore di cui forse neanche loro stessi si rendono conto

arisa 768x473

Arisa e Vito Coppola, se il loro sia un amore travestito da affetto o un affetto che per un attimo stava diventando amore questo lo sanno solo loro, il dato empirico è che in quella terra di mezzo loro due ci stanno benissimo.

Tanto bene che ospiti a Domenica In la cantante e il ballerino proprio non ci riescono, a nascondere la loro straordinaria empatia. Nello studio di Mara Venier Arisa, la nuova e strafemmina Arisa, ha raccontato della sua esperienza in Cina, dove era volata per prendere parte alla cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici e Paralimpici invernali.

Arisa e Vito Coppola, amore o affetto?

E ha spiegato: “Una roba pazzesca cantare l’inno di Mameli”.

E Vito? Era con lei in studio ma probabilmente, pur non essendoci, era con lei anche a Pechino. Ballando con le Stelle ha sancito la indivisbilità tecnica dei due al di là dei cimenti tersicorei. Fra loro è nata una storia d’amore forse troppo fiammeggiante per non bruciare subito e Arisa qualche mese fa ne aveva annunciato la fine. Ma a giudicare dai duetti, dalle allusioni e dal siparietto offerto a “Zia Mara” la sola cosa che fra Arisa e Vito Coppola sta finendo è la voglia di mentire a loro stessi.

“C’è tanto affetto tra noi”. Poi Mara: “Ma state insieme o no”. E Arisa, finta algida come Siffredi l’ha sgamata: “Io sono fidanzata, ma lui no”.

Le note di Shallow e tutto diventa chiaro

E ancora: “Cosa vuoi da lui? Non fraintendere, figli? Matrimonio?”. E Arisa che la battuta ce l’ha sempre in canna: “Non dire così che poi gli uomini scappano”. Poi via col video delle esibizioni a casa Carlucci con una Shallow assassina di sottofondo e primo piano sugli occhi dei due.

E la domanda alla Marzullo del lead qui sopra proprio non serve più.

Contents.media
Ultima ora