Armato di coltello ferisce i passanti: ucciso dalla polizia
Armato di coltello ferisce i passanti: ucciso dalla polizia
Esteri

Armato di coltello ferisce i passanti: ucciso dalla polizia

polizei

Un uomo in Germania è entrato in una panetterie e ha aggredito delle persone. La polizia ha aperto il fuoco

A Fulda in Germania un uomo armato di coltello ha ferito delle persone, in modo casuale.

La vicenda

L’ aggressioni si è svolta nella cittadina dell’Assia; come ha riportato il giornale tedesco Bild, la sparatoria è avvenuta intorno alle quattro del mattino, della giornata di oggi 13 aprile.

L’uomo avrebbe aggredito il titolare di una panetteria panetteria e, in seguito, all’arrivo della polizia, ha incominciato a scagliare pietre contro gli agenti, ferendo anche un uomo, in modo grave: a quel punto la polizia ha aperto il fuoco, sparando all’uomo.

I dipendenti della panetteria infatti avevano tentanto di difendersi ma ogni loro gesto è stato inutile e sono rimasti colpiti dalle follie dell’uomo.

Fulda

La panetteria si trova in una zona periferica della città e non era ancora aperta al pubblico. Secondo le prime indiscrezioni della polizia, le persone ferite sarebbero tutte dipendenti della panetteria . I punti da chiarire sulla vicenda sono ancora numerosi: non si conosce l’identità dell’aggressore e nemmeno i motivi che l’hanno portato a compiere un gesto del genere, forse, era sotto l’effetto di alcool o droghe.

Resta ancora da chiarire anche se si tratta di un attacco di matrice terroristica o il semplice gesto di uno squilibrato.

Le indagini sono in corso.

Gli attacchi alla Germania

Anche se non si conosce ancora la matrice di questa aggressione, la paura e la tensione rimane alta dopo gli attentati che hanno colpito lo Stato Tedesco nell’ultimo periodo.

Il 19 Dicembre 2016 la capitale della Germania, Berlino, era stata colpita da un’attentato durante i mercatini di Natale che si svolgono nelle zone centrali della città a due passi dalla chiesa del Ricordo. In quel caso un camion si era gettato a grande velocità sulla foto, la dinamica era praticamente identica a quella dell’attacco di Nizza, sulla promenade des anglais. L’uomo artefici della strage, Anis Amri, è stato fermato nell’interland milanese, dopo una fuga durata quattro giorni. Il criminale era stato fermato, per un normale controllo a Sesto San Giovanni; Amri aveva risposto aprendo il fuoco e sparando agli agenti della volante, gli agenti hanno risposto uccidendolo. L’attentatore si era forse radicalizzato durante il periodo che aveva trascorso in carcere, in Italia, dopo il suo arrivo dalla Tunisia.

Sempre nel Dicembre del 2017 invece nella città di Potsdam, nel Brandeburgo, è stato sventato un attacco. Anche questa volta il luogo dell’attacco era il mercato di Natale della città, dove era stato ritrovato un ordigno sospetto che fortunatamente è stato fatto brillare della polizia, quando il mercatino è stato fatto evacuare.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche