Arresojas 2011 a Guspini - Notizie.it
Arresojas 2011 a Guspini
Sardegna

Arresojas 2011 a Guspini

Dal 29 al 31 luglio e dal 5 al 7 agosto 2011, si svolge a Guspini “Arresojas”, la biennale del coltello sardo, che racconta l’antichissimo percorso storico delle lame sarde, dal neolitico antico alla dominazione punica e romana, dal medioevo alla rivoluzione industriale.

Organizzata dal Comune di Guspini in collaborazione con l’Associazione turistica Pro Loco Guspini, la manifestazione, che richiama i più grandi coltellinai dell’isola e migliaia di visitatori, è diventata nel corso degli anni la più importante in Sardegna – e una delle più significative in Europa – fra quelle dedicate al mondo del coltello.

Giunta alla sua decima edizione, la mostra, ospitata negli anni passati nel suggestivo scenario di archeologia industriale della miniera di Montevecchio, presenta quest’anno importanti novità. Si snoderà, infatti, lungo il percorso Domus Guspini e si articolerà in diverse mostre tematiche, di cui alcune allestite in edifici recuperati all’interno del centro urbano di Guspini.

Numerose le sezioni previste, riguardanti la riscoperta delle tipologie tradizionali di coltello sardo e la sua evoluzione, il ruolo dell’arte e delle incisioni nella produzione del coltello da collezione, un percorso su coltello e territorio in Sardegna e in Italia, un’esposizione sui più grandi maestri a livello mondiale con la presenza di alcuni di essi e diverse altre esposizione tematiche.

Altra sezione di rilievo sarà quella dedicata a “Sa Leppa”, la lama dei sardi per antonomasia, strumento inseparabile degli uomini sardi fino all’Ottocento, che sarà raccontata anche attraverso un viaggio letterario realizzato con il contributo di viaggiatori e scrittori isolani e non.
Durante la mostra verranno allestiti appositi spazi in cui i abili coltellinai della zona terranno laboratori dimostrativi delle fasi della lavorazione del coltello, dalla forgiatura delle lame ai materiali per i manici fino al manufatto finito e decorato.

La manifestazione è realizzata con il contributo di: Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato Turismo, Artigianato e Commercio; Provincia del Medio Campidano; Gal Monte Linas; Consorzio del Parco geominerario, storico, ambientale della Sardegna:; IGEA spa – Interventi Geo Ambientali; Fondazione Banco di Sardegna.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.