×

Asia Argento racconta: “quella volta che avevo 16 anni e un regista italiano mi mostrò i genitali”

Asia Argento: "A 16 anni un regista e attore italiano mi mostrò i genitali". Le nuove rivelazioni dell'attrice e regista che confessa di essere stata stuprata, oltre che da Harvey Weinstein quando aveva 21 anni, anche da un regista italiano a 16 anni e da uno statunitense a 26.

Asia Argento
Asia Argento racconta: "quella volta che avevo 16 anni e un regista italiano mi mostrò i genitali"

Asia Argento e il suo ultimo tweet in cui denuncia di aver subito un’altra violenza quando aveva 16 anni e poi, a seguire, un’altra ancora a 28: “#quellavoltache un regista/attore italiano tirò fuori il suo pene quando avevo 16 anni nella sua roulotte mentre parlavamo del “personaggio.”.

Non si ferma, dunque, la polemica su Harvey Weinstein, uno dei produttori più potenti di Hollywood che, quando ricopriva un ruolo di assoluto rilievo, ha molestato decine di attrici con le quali era in contatto per motivi di lavoro. Negli ultimi giorni, però, da quando la sua aura ha cominciato ad offuscarsi, è stato denunciato da una delle molte donne che hanno subito violenza ed è scoppiato il caso che ha raggiunto vette mondiali.

Anche in Italia, dove a tal proposito è intervenuta Asia Argento.

Dappertutto, dunque, si è parlato di lui. Una dopo l’altra, come una cascata impetuosa, sono venute fuori tutte le pessime storie che lo circondano e che lo hanno visto come, sporco, protagonista in anni passati. Molte attrici di Hollywood hanno ammesso di aver subito da Weinstein delle molestie, e alcune di loro hanno anche dichiarato di non aver parlato perché temevano di non lavorare più nel mondo del cinema.

In Italia, a questo proposito è intervenuta Asia Argento, che quando aveva 21 anni, a ciò che ha raccontato, è venuta in contatto con Harvey Weinstein per motivi di lavoro e sarebbe stata stuprata da lui in una camera d’albergo. In questi giorni si sono scatenate le polemiche, per lo più a mezzo social, e il web si è diviso tra chi l’ha difesa e chi, invece, non ha capito fino in fondo le sue intenzioni.

Asia Argento

Asia Argento e le violenze subite

A seguito della bruttissima esperienza con Harvey Weinstein, e dopo tutte le polemiche che ne sono venute, Asia Argento ha deciso di raccontare di aver subito anche altre molestie, una volta quando aveva 16 anni, e un’altra ancora a 26. Ecco cosa ha scritto su Twitter a proposito della prima dolorosa esperienza, quando era ancora adolescente:

“… questo è il momento di parlare non di minimizzare.”. Asia Argento, ancora, sempre intervenendo sulla sua pagina privata di Twitter, dove in questi giorni ha raccolto migliaia di messaggi di solidarietà, racconta, in aggiunta ai fatti già narrati, un terzo caso di violenza. La donna, infatti, avrebbe subito un’altra violenza quando aveva 26 anni: “un grosso regista statunitense (con il complesso di Napoleone) mi dette la droga dello stupro e mi violentò mentre ero incosciente.”.

Come c’era da immaginarsi, a questo punto, i fan sono esplosi.

È possibile che Asia Argento abbia deciso solamente adesso di raccontare fatti così privati e dolorosi? Accanto a questa domanda, poi, ne sono subito seguite altre due: chi sono i due registi, di cui uno italiano, che l’hanno molestata? Quello di quando lei aveva 16 anni e le mostrò i suoi genitali mentre le spiegava una scena da fare e, ancora, colui che l’ha stuprata a 28 anni dopo averla drogata? Si apre il toto scommesse e si attendono le future rivelazioni.

Nel frattempo, però, Asia Argento ha deciso di sporgere querela contro Libero, così come da lei stessa dichiarato ancora una volta su Twitter: “per aver offeso la mia dignità di donna e leso la mia reputazione con il loro pessimo articolo.”.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche