Asia Argento e Lodo Guenzi: possibili giudici di X Factor
Asia Argento e Lodo Guenzi: possibili giudici di X Factor
Lifestyle

Asia Argento e Lodo Guenzi: possibili giudici di X Factor

x factor 2018
x factor 2018

Asia Argento e Lodo de Lo Stato Sociale potrebbero essere i nuovi giudici di X Factor sostituendo Manuel Agnelli e Levante

Le indiscrezioni erano già entrate in circolo il giorno del Concertone del primo maggio a Roma. Qui per la prima volta Lodo Guenzi, voce portante della band bolognese Lo Stato Sociale, è stato visto in veste di presentatore. Ora tali voci, confermate anche da “Il Giornale”, sembrano assumere una forma più concreta, con l’aggiunta peraltro di un nuovo nome, ossia Asia Argento. Sarebbero infatti loro due le new entry nella giuria della dodicesima stagione di X Factor. Il talent musicale, basato sul format britannico The X Factor, sarà invece condotto sempre da Alessandro Cattelan.

Intanto i casting dell’edizione 2018 sono appena terminati a Milano. Al momento l’unica vera certezza è che rimarranno alla scrivania Mara Maionchi e Fedez. Non ci saranno più invece Manuel Agnelli degli Afterhours, che aveva sempre definito questa esperienza come passeggera. E non ci sarà più nemmeno l’interprete siciliana Levante. Se Lodo e Asia sono dunque in polo position per sostituirli, altri però li tallonano a pochi passi.

Si parla infatti anche di Omar Pedrini, ex Timoria, e di Francesca Michielin. Ma perfino di Sfera Ebbasta e di Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti.

Eugenio Bonacci, direttore di FremantleMedia, ideatore e distributore di X Factor, aveva svelato che il suo sogno sarebbe stato quello di avere addirittura Maria De Filippi tra i giudici. Dopo il successo del Concertone condotto da Lodo, il suo nome sembra essere quasi certo. Così come quello di Asia Argento, dopo la grande esposizione mediatica a cui la donna è stata sottoposta dopo le polemiche legate al caso Weinstein.

Asia Argento e il caso Weinstein

A Cannes Asia Argento era arrivata vestita di nero, con il pugno alzato quale segno di vittoria. Salita sul palco per premiare la migliore attrice, Asia ha iniziato a parlare della violenza subita dell’ormai ex produttore Harvey Weinstein, da lei denunciato. “Nel 1997 sono stata stuprata da Harvey Weinstein qui a Cannes. Avevo 21 anni. Questo festival era il suo territorio di caccia. Voglio fare una previsione: Harvey Weinstein non sarà mai più benvenuto qui. Vivrà in disgrazia, escluso dalla comunità che un tempo lo accoglieva e che ha nascosto i suoi crimini. Perfino stasera, seduti tra di voi, ci sono quelli che ancora devono essere ritenuti responsabili per i loro comportamenti contro le donne. Che non sono accettabili in questo settore. Sapete chi siete. Ma soprattutto noi sappiamo chi siete. E non vi permetteremo più di farla franca”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche