×

Asia Argento “Mi accusano di pedofilia, uno stigma”

Bennett per lei è "un figlio perduto". Ora l'attrice desidera tornare a far parte della giuria di X Factor.

Asia Argento a Non è l'arena
Asia Argento a Non è l'arena

Dopo Jimmy Bennett, anche Asia Argento è comparsa davanti alle telecamere di Non è l’arena, su La7. “Per lei non è stato un anno semplice, ma dopo che abbiamo ascoltato quella di Jimmy Bennett è giusto che sentiamo anche la sua verità”, ha spiegato il conduttore Massimo Giletti. “Ascoltare Bennett mi ha fatto arrabbiare un po’. Ma soprattutto mi ha fatto pena vedere i suoi occhi vitrei”, ha commentato l’attrice. “Non c’era espressione sul suo volto, mi ha ricordato il bambino che ho conosciuto e non ha proseguito carriera. Un’anima persa, insomma”.

“Mi è saltato addosso, ero pietrificata”

Per Asia Argento, Bennett era come “un figlio perduto, come tanti ragazzi che dopo i tredici anni non lavorano più. Aveva problemi con i genitori, li ha anche denunciati.

Mi ha messo tristezza”. Dopo la morte del compagno Anthony Bourdain, l’attrice è stata contattata dal ragazzo che le ha proposto di raggiungerla a Los Angeles. “Mi chiese di studiare un copione come ai vecchi tempi ma lui arriva e non l’aveva neanche portato”, ha raccontato la Argento. “Non sapevo che fosse minorenne, pensavo fosse diciottenne perché me lo aveva anche detto. Non è vero ci fosse un accompagnatore, è salito da solo e aveva anche sbagliato ascensore. Lo vedo ed è entrato un uomo, ecco perché gli ho preso il viso sì quello è vero, perché aveva la barba, non lo riconoscevo”.

“Gli ho proposto un piccolo ruolo in un film indipendente. Si illuminò e ci abbracciammo: lui, con ormoni da ragazzo, è impazzito“, ha raccontato l’attrice, senza riuscire a reprimere una risata.

“È difficile raccontare, rido ma è anche una cosa traumatica. Mi è saltato addosso, mi ha messo di traverso sul letto, ha fatto quello che doveva fare senza preservativo, sarà durata due minuti. Come un coniglio. Io gli ho detto ‘come ti è venuta questa cosa?’. Lui ha risposto ‘Eri il mio sogno’ e si è fatto questo selfie. Io non ho reagito perché era impensabile, tutto pensavo tranne che questa cosa”.

Asia Argento e Massimo Giletti

Il pranzo dopo l’incontro

A Giletti che le chiede come ha potuto, dopo l’accaduto, andare a pranzo con lui, Asia ha risposto: “Lo invitai a pranzo per normalizzare la situazione, cercando di normalizzare questo momento abnormale in cui ero stata assaltata. La foto? Sono più traumatizzata io. Mi sono sentita usata, farà vedere che è andato con la milf di turno”. Ma ormai “era tornato il bambino a cui volevo bene”.

“Voglio tornare a X Factor”

Quelle di violenza sono accuse false, ha assicurato l’attrice. Ma ciò che più l’ha ferita è “il fatto di essere stata chiamata pedofila. Uno stigma. Non so nemmeno come riesco a stare in piedi, dovrei stare bocconi. I miei figli hanno sofferto tantissimo, per evitare il bullismo ho mandato mio figlio a vivere negli Stati Uniti con il padre”. Ora, ciò che desidera è tornare come giudice a X Factor. Davanti alle lacrime della Argento, Giletti ha lanciato un appello: “Sono convinto che sia un errore assoluto togliere Asia da X Factor. Chi deve decidere [l’ad Andrea Zappia] che ci pensi bene“.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche