×

Aspi: società, da 2020 in accordo con Ministero pedaggi già ridotti per 77 mln

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 21 lug. -(Adnkronos) – Autostrade per l’Italia, "d’intesa con il MIMS e nell’ambito della più ampia gestione della concessione, ha attivato già dal 2020 riduzioni o azzeramenti del pedaggio a favore dell’utenza nelle tratte oggetto di sensibili disagi a causa di lavori di manutenzione, per un totale di 77 milioni di euro di minori ricavi nel periodo 2020-21".

Lo comunica la società spiegando come "in tali tratte rientrano, peraltro, proprio quelle segnalate a suo tempo dall’Antitrust (dove erano presenti riduzioni di carreggiata, poi risolte, imposte dall’Autorità giudiziaria), il cui procedimento riguarda eventi non attuali, ma avvenuti tra dicembre 2019 e gennaio 2020".

In merito a tale procedimento, poi Autostrade "evidenzia che il Tar del Lazio, a seguito dell’impugnativa di Aspi, ha ritenuto con un’ordinanza formale che le ottemperanze disposte dall’Antitrust nei confronti della società – in primis la definizione a priori di un sistema di criteri condiviso per l’adozione delle agevolazioni – siano state determinate rendendo non possibile consentirne l’adempimento".

Ciononostante, dando seguito all’azione intrapresa dall’Antitrust, Aspi – si sottolinea – "ha formulato una concreta proposta di impegni finalizzata a risolvere le problematiche segnalate dall’Autorità, progettando e sviluppando il primo sistema di 'cashback del pedaggio' " che punta a "ristorare gli utenti che, a seguito del fondamentale piano di ammodernamento della rete svolto sotto l’egida del MIMS – e la cui esecuzione è irrinunciabile per il sistema Paese – possano incorrere in ritardi sui tempi medi di percorrenza".

Contents.media
Ultima ora