×

Assalto al gazebo M5S a Milano: perquisiti 4 no vax che hanno organizzato il blitz

Quattro no vax ritenuti tra gli organizzatori dell'assalto al gazebo M5S a Milano sono stati perquisiti: gli indagati per il blitz sono in tutto dodici.

Assalto al gazebo M5S, perquisiti 4 no vax

Le forze dell’ordine hanno perquisito quattro no vax ritenuti responsabili di aver guidato l’assalto al gazebo del Movimento Cinque Stelle avvenuto il 28 agosto a Milano. Tutti avevano già partecipato a precedenti manifestazioni di protesta contro l’obbligo del green pass durante l’estate.

Assalto al gazebo M5S: perquisiti 4 no vax

I decreti di perquisizione, emessi dal capo dell’Antiterrorismo della Procura di Milano Alberto Nobili e dal pm Paola Pirrotta, sono stati eseguiti dalla Polizia di Stato nel capoluogo lombardo e in provincia di Lecco. I quattro soggetti, nessuno dei quali militante politico, risultano ora indagati per i reati di attentato ai diritti politici dei cittadini, danneggiamento e mancato preavviso al questore di riunione in luogo pubblico.

Tre di loro erano già noti alle forze dell’ordine perché indagati in passato per altri reati.

Assalto al gazebo M5S, perquisiti 4 no vax: chi sono

Stratta di una ragazza milanese di 34 anni con precedenti per maltrattamenti in famiglia (il questore Giuseppe Petronzi, su indicazione della Divisione Anticrimine, le ha notificato anche un avviso orale), di un uomo di 47 anni di Lecco con a carico denunce per guida in stato di ebbrezza e senza patente, rissa, furtoe violazione del foglio di via emesso dal questore di Lecco, di un milanese di 52 anni con precedenti per furto e violazione delle norme anti-Covid e di un incensurato di 62 anni residente a Milano.

Gli inquirenti non hanno trovato armi a casa di nessuno dei quattro ma cellulari, computer, tablet e chiavette all’interno dei quali i poliziotti contano di trovare e analizzare chat e incitamenti alla devastazione. Secondo gli investigatori si sarebbe infatti trattato di un’azione preordinata.

Assalto al gazebo M5S, perquisiti 4 no vax: indagati altri 8

Oltre a loro, la Polizia di Stato ha denunciato altre otto persone. Sei per il reato di mancato preavviso al questore di riunione in luogo pubblico (tra questi uno anche per istigazione a delinquere), uno per travisamento in pubblica manifestazione e uno per vilipendio.

Nei confronti di questi ultimi due il questore di Milano Giuseppe Petronzi ha emesso le misure di prevenzione dell’avviso orale e del foglio di via dal comune di Milano. Tutti, inclusi gli altri quattro, erano stati filmati dalla Digos e denunciati nel corso dell’indagine sui fatti.

Contents.media
Ultima ora