×

AstraZeneca, arriva la nuova circolare di Roberto Speranza: nuove limitazioni

Nella circolare si legge di fare un uso raccomandato per over 60. Niente stop per seconda dose.

Nuova circolare su Astrazeneca

Roberto Speranza, ministero della Salute, ha da poco firmato una nuova circolare che sarà diffusa alle Regioni: la circolare contiene la raccomandazione sul vaccino AstraZeneca a un uso preferenziale nelle persone sopra i 60.

Nuova circolare del Ministro della Salute sul vaccino Astrazeneca

A seguito delle ultime notizie sui possibili effetti collaterali del vaccino anti-Covid prodotto da AstraZeneca legati alle trombosi per i soggetti più giovani, il governo ha deciso di seguire le regole stabilite in altri Paesi come ad esempio la Germania e la Spagna, sottolineando bene che sul fronte del richiamo chi ha già ricevuto una prima dose di Vaxzevria può serenamente completare il ciclo col medesimo vaccino.

Sulla circolare si legge, inoltre, che restano invariati gli avvisi per gli altri vaccini: “Alla luce dei dati attualmente disponibili non è possibile esprimere raccomandazioni circa l’individuazione di specifici fattori di rischio, e nel contempo non sono identificabili trattamenti preventivi degli episodi trombotici”.

Difatti, attualmente non è stato identificato alcun tipo di analogo segnale per rischi di trombosi sui vaccini prodotti da Pzifer e Moderna. Per cui in relazione ad AstraZeneca sulla circolare viene a galla che la commissione dei tecnici ribadisce che il bilancio tra benefici e rischi del vaccino si conferma positivo.

Sembrerebbe, dunque, che l’idonietà dei vaccini di proteggere dal rischio del virus in forma grave cresce: “progressivamente al crescere dell’età sia in considerazione dei maggiori rischi di sviluppare Covid-19 grave, per il mancato riscontro di un aumentato rischio degli eventi trombotici sopra descritti nei soggetti vaccinati di età superiore ai 60 anni».

Non a caso secondo il parere degli studiosi tra gli anziani l’impatto dei casi di trombosi a seguito della vaccinazioneAstraZeneca risulta inferiore rispetto a quella che era prevista. Per cui, gli esperti ipotizzano una sorta di effetto che potremmo definire protettivo per la fascia d’età superiore ai 60 anni.

Contents.media
Ultima ora