×

AstraZeneca e Johnson&Johnson, Bassetti: “Sconsigliati per donne che prendono pillola anticoncezionale”

Il medico Bassetti ha sottolineato che i vaccini AstraZeneca e Johnson&Johnson sono sconsigliati per le donne che prendono la pillola anticoncezionale.

Covid

Il professore ordinario di Malattie Infettive e direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, ha rilasciato alcune dichiarazioni volte a sottolineare come la somministrazione dei vaccini sintetizzati contro il coronavirus da AstraZeneca e Johnson&Johnson sia sconsigliata alle donne che assumono la pillolaanticoncezionale.

AstraZeneca e Johnson&Johnson, Bassetti: no alle donne che assumono pillola anticoncezionale

Nel corso di un’intervista rilasciata ad Adnkronos Salute, il membro dell’Unità di crisi Covid-19 della Liguria Matteo Bassetti ha espresso alcune considerazioni a proposito della somministrazione dei vaccini AstraZeneca e Johnson&Johnson alla popolazione femminile. In merito alla questione, infatti, l’esperto ha affermato che l’utilizzo dei due vaccini anti-Covid a matrice adenovirale è fortemente “sconsigliato solo a chi prende la pillola anticoncezionale”.

Il direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, poi, ha spiegato che, al pari delle donne in terapia con la pillola anticoncezionale, l’inoculazione dei vaccini AstraZeneca e Johnson&Johnson è da evitare anche per tutte le persone che sono in cura “per altri trattamenti estroprogestinici”.

AstraZeneca e Johnson&Johnson, Bassetti: pillola anticoncezionale e trattamenti estroprogestinici

In merito alla delicata questione afferente alle controindicazioni che scaturiscono dalla somministrazione dei vaccini AstraZeneca e Johnson&Johnson, l’infettivologo Marco Bassetti ha dichiarato: “Si è visto che in persone giovani che prendono questi farmaci è stata registrata una maggiore frequenza di eventi avversi rari come le trombosi: 6-7 casi ogni milione di vaccini anti-Covid.

Eventi rarissimi, ribadisco, ma possibili”.

AstraZeneca e Johnson&Johnson, Bassetti: il caso della 18enne ligure

Il professore ordinario di Malattie Infettive, infine, si è ricollegato in modo diretto al caso della 18enne ligure affetta da trombosi dopo aver ricevuto il siero prodotto da AstraZeneca. La vicenda ha suscitato molto scalpore tra la popolazione della Regione portando molti cittadini a scegliere di rinunciare al proprio turno diprenotazione pur di non incappare in eventuali controindicazioni che, seppur rare, sono ormai indiscutibilmente associate ai vaccini AstraZeneca e Johnson&Johnson.

L’esperto, pertanto, ha precisato: “In Liguria, in molti stanno disdicendo la prenotazione per il vaccino AstraZeneca dopo il caso della 18enne colpita da trombosi, per cui tutti facciamo il tifo affinché si riprenda presto. Ma lancio un appello ai ragazzi: devono stare tranquilli, in tutto il mondo i giovani sono stati sottoposti al vaccino e gli effetticollaterali sono minimi.”

Contents.media
Ultima ora