×

AstraZeneca, l’Ema ribadisce: “Rapporto rischi-benefici positivo, vaccino autorizzato a tutti”

L'Ema ha ribadito che il vaccino AstraZeneca rimane autorizzato per tutte le popolazioni, anche per quelle al di sotto dei sessant'anni di età.

astrazeneca ema

Nella serata del 14 giugno l’Ema spariglia ancora una volta le carte in tavola sul caso del vaccino AstraZeneca, autorizzando il suo utilizzo per tutte le popolazioni, comprese dunque quelle al di sotto dei sessant’anni di età. Nel ribadire la sua posizione, l’Agenzia Europea del Farmaco ha spiegato che nel corso degli ultimi giorni sono state diffuse diverse affermazioni false da parte della stampa, facendo poi riferimento a un’intervista pubblicata da un quotidiano italiano che citava in maniera errata proprio uno degli esperti dell’Ema.

AstraZeneca, l’Ema ribadisce: “Rapporto rischi-benefici positivo”

In un comunicato ufficiale diramato nella giornata del 14 giugno, l’Agenzia Europea del Farmaco ha dichiarato sostanzialmente l’opposto di quanto affermato nei giorni precedenti dal Comitato tecnico scientifico italiano, che raccomandava l’uso di AstraZeneca soltanto per gli over 60: “La posizione normativa dell’Ema rispetto al vaccino di AstraZeneca è chiara: il rapporto rischio-beneficio è positivo e il vaccino rimane autorizzato in tutte le popolazioni.

In seguito l’Ema ha spiegato che la confusione che ha regnato in quest’ultimo periodo su AstraZeneca è scaturita da una serie di informazioni false circolate sui mass media: “Durante il fine settimana ci sono stati molti articoli con informazioni non corrette sulle considerazioni scientifiche dell’ Ema riguardo al vaccino Covid-19. […] La fonte della disinformazione è stato un articolo pubblicato su un quotidiano italiano, che citava erroneamente uno dei nostri esperti.

Da allora l’articolo è stato rivisto e abbiamo anche chiesto una correzione formale. Molte testate giornalistiche hanno pubblicato articoli sulla base dell’intervista originale ed errata”.

Ema su AstraZeneca: “Correggere le informazioni false che sono circolate”

L’agenzia ha quindi chiesto che: “Nell’interesse di una comunicazione corretta e basata sui fatti di aggiornare gli articoli contenenti informazioni false, in modo da riflettere la posizione normativa – invariata – dell’agenzia nei confronti del vaccino Vaxzevria di AstraZeneca”, concludendo “Se le raccomandazioni dovessero cambiare l’ Ema lo comunicherà in modo trasparente e proattivo ai media e al pubblico, e i giornalisti sono incoraggiati a controllare il nostro sito web per eventuali nuove informazioni”.

Contents.media
Ultima ora