Atm Milano, senegalese massacra vigilantes sull’autobus
Atm Milano, senegalese massacra vigilantes sull’autobus
Milano

Atm Milano, senegalese massacra vigilantes sull’autobus

atm milano
Atm Milano, senegalese massacra vigilantes sull’autobus

Atm Milano, vigilantes aggredito su un autobus di linea da un senegalese: l'uomo ha anche tentato di impadronirsi dell'autobus per scappare; sul posto intervengono i Carabinieri

A denunciare l’aggressione alla guardia milanese è stato l’ex vicesindaco di Milano Riccardo De Corato, del gruppo di Fratelli d’Italia. Sulla sua pagina Facebook De Corato ha pubblicato la foto di uno degli operatori dell’Atm che, nella serata di ieri, sono stati aggrediti su un autobus di linea. A raccontare la brutta avventura a De Corato, avvenuta intorno alle 20.15 di ieri sera su un autobus della linea Atm, sarebbero stati proprio i malcapitati picchiati a sangue da un senegalese. Sull’autobus sono saliti cinque controllori e quattro vigilantes, nei pressi di Piazzale Nigra: al senegalese, probabilmente senza biglietto, è scattato il panico e ha iniziato a scatenare l’inferno. I controllori si sono affrettati a fare uscire le persone, per metterle in salvo dalla furia dell’uomo: loro, però, non sono riusciti a scappare e non sono stati risparmiati dal raptus di follia.

Atm Milano, la follia del senegalese

L’ex vicesindaco De Corato ha raccontato il fatto su Facebook, postando anche la foto di una degli operatori aggrediti dal senegalese.

Secondo le ricostruzioni, ottenute tramite le testimonianze dei presenti, alla vista dei controlli e dei vigilantes di Atm il senegalese avrebbe iniziato ad impazzire. All’altezza di Piazzale Nigra, dove è salito il personale di Atm, si è dunque scatenato l’inferno. L’uomo ha preso il ceppo fermaporta e ha iniziato a spaccare i vetri dell’autobus, urlando e minacciando sia passeggeri che personale. I controllori, a quel punto, hanno fatto immediatamente uscire i passeggeri, temendo che il migrante potesse fargli del male. I vigilantes hanno, quindi, tentato di fermare il senegalese che nel frattempo si era messo alla guida dell’autobus con l’intenzione di rubarlo o di allontanare il personale di Atm.

Non riuscendo a metterlo in moto e vedendosi ormai braccato, il senegalese ha iniziato ad aggredire i vigilantes con il ceppo fermaporta, che aveva già utilizzato per rompere i vetri del mezzo. Uno dei vigilantes è stato colpito dal ceppo che il senegalese ha scagliato con forza: immediatamente è stato soccorso da alcuni colleghi, mentre gli altri tentavano di fermare la follia dell’uomo.

Anche i colleghi sono stati feriti, ma al termine della lotta, sono riusciti a fermare ed ammanettare l’uomo ad un palo del bus e avvertire i Carabinieri. Gli uomini dell’Arma sono intervenuti sul posto e hanno proceduto all’arresto del senegalese, che dai controlli è emerso “con precedenti”. Non soddisfatto il migrante ha tentato anche di aggredire i Carabinieri.

Ferito un vigilantes

Il primo vigilantes è quello che più ha sofferto l’attacco del senegalese. Trasportato in Ospedale, l’uomo ha rimediato una mano rotta e il naso tumefatto: per lui la prognosi è di 25 giorni. I suoi colleghi, invece, hanno riportato solo ferite lievi. Nel post che racconta l’accaduto l’ex vice sindaco De Corato ha accusato pesantemente l’Atm di non pensare ne alla sicurezza dei suoi dipendenti ne a quella dei suoi passeggeri: “Il direttore generale dell’Atm – ha scritto De Corato – ha detto che la sicurezza era maggiore.

Dipendenti e passeggeri sono costretti a viaggiare in condizioni di grave pericolo. Stiamo aspettando il morto per renderci conto delle condizioni in cui sono i mezzi pubblici a Milano?“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

LG 43UJ750V 43'' 4K Ultra HD Smart TV Wi-Fi Nero LED TV
599 €
699 € -14 %
Compra ora
DeLonghi Edg250.B Jovia+caps S - Nescaffè Dolce Gusto Nero
49.99 €
89.99 € -44 %
Compra ora
Kobo Aura 2nd Edition
119 €
Compra ora
Electrolux MO317GXE Forno incasso microonde L59,2 cm Inox
204.99 €
546.56 € -62 %
Compra ora