×

Attaccata Sara di Reazione a Catena: insulti omofobi dopo il coming out

La campionessa di Reazione a Catena, Sara Vanni, membro del team de "Le Sibille", è stata vittima di insulti omofobi e minacce. Pronta a querelare

Sara Vanni vittima di insulti e minacce

La campionessa in carica del seguitissimo programma estivo di Rai 1, Reazione a Catena, Sara Vanni, facente parte del team de “Le Sibille”, è stata recentemente protagonista di una disavventura sui social, nello specifico la giovane insegnante è stata vittima di insulti e minacce perpetrati da alcuni haters, dopo che la stessa ha dichiarato il coming out.

Sara di “Reazione a Catena” vittima di insulti omofobi e minacce

A dichiarare di aver subito insulti omofobi e minacce, è stata la stessa Sara Vanni, protagonista del noto programma Reazione a Catena insieme alle sue compagne del team de “Le Sibille”, la giovane insegnante ha rilasciato alcune dichiarazioni sul suo profilo Twitter ufficiale, nella giornata di giovedì 19 agosto 2021:

“A causa delle minacce ricevute nei miei confronti, della mia famiglia e dei miei amici ho esposto una querela verso alcuni profili e questa sera non commenterò sui social #reazioneacatena che, ricordiamo, è un gioco e quello doveva restare. Grazie a tutti per il supporto”.

E ancora in un altro tweet pubblicato nella stessa giornata:

“In tutto questo sono stata insultata e minacciata anche per il mio orientamento sessuale. Se la #leggezan fosse stata approvata, avrebbe costituito un aggravante”.

Sara di Reazione a Catena vittima di insulti omofobi e minacce dopo il coming out

Sara Vanni, concorrente brillante di Reazione a Catena, sin dall’inizio della sua partecipazione al noto programma estivo di Rai 1, è stata presa di mira sui social, in particolare la giovane insegnante è diventata inizialmente protagonista di alcuni meme, un gesto al quale la Vanni non aveva dato molta importanza.

La situazione è però degenerata quando Sara ha pubblicato sul suo profilo social una sua foto accompagnata dalla didascalia Io che non sono Etero”, facendo di fatto coming out.

Sara di Reazione a Catena vittima di insulti: il sostegno di Marco Liorni e Ernesto Magorno

Numerosi telespettatori del noto programma stanno manifestando in queste ore sostegno e solidarietà a Sara Vanni per quanto le è accaduto. A esprimere il suo sostegno a Sara è stato anche il conduttore di Reazione a Catena, Marco Liorni, che su Instagram ha scritto un messaggio per la concorrente, ecco le sue parole:

“Un abbraccio anche pubblico alla nostra Sara. Fa bene a querelare. Chi insulta, ne risponde e apre il portafoglio (sperando che apra anche la mente). Semplice”.

Solidarietà a Sara è stata espressa anche da Ernesto Magorno, sindaco di Diamante, provincia di Cosenza, con queste parole:

“Le minacce e le offese rivolte dagli haters a Sara Vanni sono un segno inammissibile di intolleranza e inciviltà che tutta la comunità di Diamante condanna”.

E ha poi aggiunto:

“A nome di tutta la città vorremmo dirle che la incoraggiamo ad andare avanti e che siamo orgogliosi di lei, non solo per la bravura che sta dimostrando in televisione, ma anche e soprattutto per il coraggio e la determinazione che sta dimostrando nel suo percorso di vita”.

Contents.media
Ultima ora