×

Attentato Manchester: Kelly Brewster, morta per salvare sorella e nipotina

L'attentato di Manchester ha portato alla conoscenza di Kelly Brewster, morta per salvare la sorella e la nipotina. Ecco la sua storia.

default featured image 3 1200x900 768x576

Kelly Brewester è una giovane di 33 anni vittima della strage di Manchester. Potrebbe anche lei essere uno dei tanti eroi dell’attentato. Con il suo corpo, come racconta il fidanzato, ha fatto da scudo alla sorella e alla nipotina, proteggendole, ma rischiando lei stessa la vita.

La sorellina e la nipotina sono salve grazie al suo intervento. Le due hanno riportato solo alcune contusioni alle gambe e alla mandibola, ma non sono in pericolo di vita.

Kelly Brewester è morta per via della strage di lunedì. A renderlo noto, il suo fidanzato, il quale ha pubblicato la notizia della morte sulla sua pagina Facebook con un post a lei dedicato. Il ragazzo, Ian Winslow, racconta che la sua compagna era andata insieme alla sorella e alla nipote al concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena, luogo della strage.

La sorella e la nipote, come detto, sono vive e sono ora in ospedale, ferite. La sorella Claire ha riportato una frattura alla mandibola, mentre la cugina una frattura a entrambe le gambe.

Ian scrive così sulla sua pagina Facebook. “Non so come dirlo. Kelly non era tra le vittime non identificate in ospedale. Anche lei è tra le vittime dell’attentato di Manchester”.

In base alle news raccolte dal Telegraph, il suo corpo è stato uno scudo per proteggere la sorella e la nipote.

Appena è esploso l’ordigno, il suo istinto di protezione l’ha portata a mettersi davanti alla sorella e alla nipote. Tutti i colpi sono stati presi da lei. In questo modo, la sorella e la nipote si sono salvate e Kelly non ce l’a fatta. Un gesto eroico per il quale ha sacrificato la sua stessa vita pur di proteggere la sorella e la nipote. Un gesto di grande affetto che la stampa inglese ha omaggiato nel modo migliore possibile.

Lo zio della ragazza ha raccontato a ITV la sua testimonianza e il grande coraggio di Kelly. “Mia nipote ha protetto Hollie e Claire dagli effetti della bomba. Le tre stavano camminando in fila indiana e Kelly era dietro a tutte. Quando l’ordigno è esploso le schegge hanno raggiunto soprattutto lei, ferendo in modo non grave Hollie e Claire”.

Un amico di Kelly la ricorda in questo modo su Facebook: “Il cielo ha guadagnato un angelo. Ricorderò sempre i nostri incontri, ricorderò sempre le volte in cui abbiamo cenato insieme e le altre in cui ti accompagnavo a casa dopo il lavoro. Mancherai tantissimo a tutti noi”.

Kelly era una impiegata. Aveva appena versato il suo primo deposito per una casa insieme al compagno con il quale sperava di costruire la sua famiglia e il suo futuro. Un futuro distrutto dalla follia umana.

kelly-300x225

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Simona Bernini

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora