×

Attentato alle Torri Gemelle: la foto simbolo dell’uomo che si getta nel vuoto

Falling Man, lo scatto simbolo dell'attentato che colpì l'America l'11 settembre 2001.

Falling Man Attentato Torri Gemelle 11 settembre 2001 foto simbolo

E’ la foto simbolo del terrore provato durante l’attentato alle torri gemelle di New York avvenuto l’11 settembre del 2001. In questa foto è racchiuso il dramma di una città e di un paese intero: è stato il fotoreporter dell’agenzia di stampa Ap Richard Drew a realizzare questa istantanea alle 9.41 e 15 secondi di quel martedì.

Attentato alle Torri Gemelle: la foto simbolo

Drew avrebbe dovuto occuparsi di un servizio ben diverso quella mattina. Sarebbe dovuto andare al Bryant Park di Manhattan, a circa 50 isolati a nord dal World Trade Center, per una sfilata premaman. Ma tutto cambiò quando una troupe della Cnn ed un cameraman che si trovavano nelle vicinanze vennero informati del primo schianto di un aereo contro una delle Torri Gemelle.

Anche Drew venne allertato dalla sua agenzia e si spostò in metropolitana alla fermata di Chamvers Street.

Qui si trovo davanti alle Torri Gemelle devastate dal duplice schianto ed avvolte dal fumo. Iniziò a scattare fotografie mentre intorno a lui la gente fuggiva, ad eccezione di coloro che erano rimasti intrappolati dentro le torri e chiedevano aiuto. Poco dopo Drew notò che alcuni di loro si stavano gettando nel vuoto e testimoniò con la sua macchina uno scatto destinato a rimanere impresso nella memoria di tutti. Quello di un uomo che cadeva nel vuoto a testa in giù, in una sorta di drammatico tuffo.

Quell’immagine venne intitolata ‘Falling Man‘ e finì su tutti i giornali. Ad oggi non si conosce il nome di quell’uomo, che con tutta probabilità decise di gettarsi consapevole che a breve sarebbe stato avvolto dalle fiamme.

Alcuni ritengono che fosse un dipendente del ristorante che si trovava nell’ala nord di una delle Torri, il Windows of the World. Ma non è tanto la sua identità a conferire ‘potere simbolico’ a questa foto, bensì il suo gesto destinato a rimanere nella storia. Un uomo sospeso nel vuoto davanti al più grave e devastante attacco terroristico che l’America ricordi.

Ama osservare, carpire ogni sfumatura, cogliere l'attimo e raccontare il tutto sulla carta stampata e sul web. Nato a Milano, dopo la laurea in Comunicazione Digitale ha intrapreso l'attività giornalistica sul campo pubblicando interviste, inchieste e approfondimenti su testate cartacee ed online. L'altra passione insieme alla scrittura? la musica. Dal 2011 collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile.


Contatti:

Contatti:
Daniele Orlandi

Ama osservare, carpire ogni sfumatura, cogliere l'attimo e raccontare il tutto sulla carta stampata e sul web. Nato a Milano, dopo la laurea in Comunicazione Digitale ha intrapreso l'attività giornalistica sul campo pubblicando interviste, inchieste e approfondimenti su testate cartacee ed online. L'altra passione insieme alla scrittura? la musica. Dal 2011 collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile.

Leggi anche