Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Accusata di atti osceni mentre impersonava la Natività
Lifestyle

Accusata di atti osceni mentre impersonava la Natività

atti osceni

Margherita Romeo, un'attrice di strada, è stata accusata di atti osceni in luogo pubblico a Napoli mentre rappresentava la Natività

La caccia alle streghe, è noto, purtroppo non ha tempo. Così succede che, pur non trovandoci nel lontano Medioevo, qualcuno abbia gridato lo stesso allo scandalo di fronte alla esibizione di un’artista di strada. La donna in questione non impersonava altro che la scena della Natività. Il fatto, successo sabato mattina, vede come protagonista l’attrice Margherita Romeo. La Romeo stava recitando in piazza del Gesù a Napoli, ed è stata accusata di atti osceni in luogo pubblico.

Ma cos’è avvenuto nel dettaglio? L’attrice stava rappresentando la scena della Natività con una simulazione del parto della Vergine. Proprio in quel momento alcuni agenti di polizia, chiamati da una passante, l’hanno fermata e hanno tentato di accompagnarla in commissariato. Solo l’intervento di un altro agente in borghese ha evitato la denuncia. Stando alla testimonianza dell’attrice, i poliziotti la volevano denunciare perché la scena del parto era a loro dire antieducativa. Peraltro tale scena era stata eseguita di spalle e con la gonna fino ai piedi, nonché indossando calzamaglie di doppia lana.

Atti osceni in luogo pubblico: la dinamica dei fatti

Il caso si è verificato il giorno dopo la Festa dell’Immacolata.

Quel giorno l’attrice aveva deciso di allestire il suo pezzo di teatro di strada, e precisamente in piazza del Gesù a Napoli. “Non essendo ancora in grado di eseguire la novena, metto in scena per le strade del centro la Natività attraverso i Tableaux. Ma prima di mostrare la Madonna con il Bambino, racconto il parto della Vergine aiutata dalle levatrici. Ovvero le lavandaie della scena precedente che sono figure tipiche del Presepe. Tra pezze e bacinelle, Gesù nasce e il popolo (ovvero il pubblico) grida “È nato! Auguri!!”.

Ma a questo punto una spettatrice, così come racconta ancora l’attrice, si è avvicinata alla polizia per denunciarla. Gli agenti volevano portare tutti gli attori di strada in commissariato. “Per fortuna la Madonna ha fatto sì che tra il pubblico ci fosse un poliziotto siciliano in borghese, che ha parlato con i colleghi e lo ha impedito. Tutto ciò è avvenuto anche in seguito alle proteste del pubblico”.

A denunciare il fatto è stato Pino De Stasio, consigliere della II Municipalità.

Proprio lui racconta che si era trattato solo di una semplice e bella esibizione teatralizzata con tableau vivant. La quale rappresentava la nascita del Bambin Gesù con doglie e parto. Ma il tutto era avvenuto nel pieno rispetto del numeroso pubblico che seguiva con attenzione e partecipazione la scena.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche