×

Aukus, che cos’è e cosa prevede il patto tra USA, Gran Bretagna e Australia contro la Cina

L'Aukus è un patto siglato tra Australia, Stati Uniti e Regno Unito per opporsi alla Cina. Ecco in cosa consiste e a cosa servirà

Notizie sull'Aukus

I Primi Ministri e Presidenti di Stati Uniti, Australia e Gran Bretagna, mercoledì 15 settembre hanno siglato un patto, denominato Aukus dall’iniziale dei tre Stati, col fine di unire le forze per contrastare la superpotenza cinese. Vediamo cos’è e cosa prevede l’Aukus.

Aukus: chi l’ha siglato

Stati Uniti, Australia e Regno Unito, nelle figure di Joe Biden per gli Stati Uniti, Scott Morrison per l’Australia e Boris Johnson per la Gran Bretagna, hanno firmato, mercoledì 15 settembre, un patto militare.

L’annuncio di questa nuova alleanza, che è stata pensata a partire da marzo del 2021, è stato fatto durante una videoconferenza stampa congiunta.

I tre Presidenti hanno affermato come questa allenza sarà utile per promuovere i valori condivisi dai tre Paesi, anche se è chiaro che una delle motivazioni per cui è stato siglato è quello di limitare la potenza della Cina, che si sta sempre più espandendo.

Aukus: perché è stato siglato

Biden, Johnson e Morrison hanno affermato che lo scopo di Aukus è quello di mantenere libera e aperta al commercio e allo scambio l’area dell’indo-pacifico.

Anche se la Cina non è mai stata nominata durante la videoconferenza, è chiaro che uno dei motivi della nascita di questa allenza è quello di limitare l’influenza della Cina. Quasto si capisce molto bene grazie al fatto che una delle prime cose che verrà fatta sarà potenziare la flotta australiana con vari sottomarini, che saranno prodotti da un’industria navale britannica.

Tutto questo per controllare meglio le manovre navali della Cina, e limitare il suo controllo sull’Oceano Pacifico.

Aukus: in cosa consiste

L’allenza tra USA, UK e Australia punta al miglioramento della sicurezza e della difesa, in particolare nel campo della protezione delle informazioni sulla rete e sull’intelligenza arificiale, col fine di proteggersi in maniera decisa e efficace dalle minacce del ventunesimo secolo.

Per proteggersi da questa minaccia, che in poche parole è la Cina, i tre Stati pensano di dotare la flotta navale australiana di sottomarini a propulsione nucleare, per mettere un po’ di paura e timore alla Cina.

L’energia nucleare permetta una navigazione più lunga e allo stesso tempo più silenziosa, in grado di eludere i sonar nemici.

Aukus: le risposte degli altri Stati

La Francia è stato il primo Paese ha rispondere a questa alleanza, affermando tutta la sua contrarietà a questo nuovo accordo.

Questo non è dovuto al fatto che la Francia sia dalal parte della Cina, ma perché la flotta australiana aveva un contratto molto redditizio con il Naval Group di Parigi, che valeva circa 31 miliardi di euro. Macron ha quindi definito questo patto come una vera e propria pugnalata alla spalle, un tradimento in piena regola.

Pechino ha invece definito questo accordo estremamente irresponsabile, che finirà per danneggiare irreparabilmente la relazione tra Stati Uniti e Cina, facendo nascere di nuovo un clima da Guerra Fredda.

Contents.media
Ultima ora