×

Aumento bollette, Draghi: “Purtroppo ancora per mesi i prezzi non scenderanno”

"Secondo gli analisti i prezzi delle bollette dovrebbero scendere". Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Mario Draghi.

Aumento bollette annuncio Draghi

Il caro delle bollette di luce e gas è uno dei maggiori capitoli di spesa che grava sul conto degli italiani. Del resto che, siano stati diversi i rincari ai quali hanno dovuto far fronte i cittadini, tra cui anche quello della benzina, è sotto gli occhi di tutti, ma esattamente per quanto tempo durerà l’aumento delle bollette? A rispondere alla domanda e a fugare ogni dubbio è il premier Draghi che in Senato ha annunciato che i prezzi dovrebbero diminuire nella seconda parte del 2022 “così dicono gli analisti”, ha precisato.

Aumento bollette annuncio Draghi, l’intervento dell’Esecutivo

C’è di più, perché il presidente del Consiglio Mario Draghi ha spiegato che il Governo interverrà stanziando “8 miliardi in 6 mesi”, cercando dunque di alleviare, per quanto possibile, il peso che, da qualche mese a questa parte, pende sulla testa dei cittadini. Tale intervento, ha spiegato Draghi, “non ha precedenti per proteggere gli strati più deboli della popolazione”.

Aumento bollette annuncio Draghi, le previsioni di Cingolani

Intanto – riporta Adnkronos – il ministro per la transizione ecologica Roberto Cingolani, ha spiegato quali potrebbero essere le previsioni che riguarderanno questo aumento e che scenario potrebbe dipanarsi nei prossimi tempi: “non c’è ancora certezza che questo sia un periodo o che continui divenendo un aumento standard strutturale. L’Acer ha di recente diramato un rapporto che prevede sino al primo quadrimestre del prossimo anno una crescita, poi resta il dubbio che questa crescita si possa stabilizzare o possa esserci una diminuzione.

Dipenderà molto da diversi fattori tra cui il funzionamento del gasdotto Nord Stream e altre situazioni geopolitiche complesse perché in questo momento il gas è al centro di una geopolitica complessa”.

Aumento bollette annuncio Draghi, Codacons: “3,8 miliardi di euro non bastano”

Intanto da parte del Codacons sono arrivate delle critiche. Attraverso una nota, il presidente Carlo Rienzi, a tale proposito, ha infatti affermato: “I 3,8 miliardi di euro del Governo potranno limare gli aumenti ma non eviteranno alle famiglie i rincari delle tariffe luce e gas che scatteranno a partire dal prossimo gennaio”.

Contents.media
Ultima ora