×

Australia, visto revocato per Djokovic: il campione dovrà lasciare il Paese, addio agli Australian Open

L’Australia ha deciso di revocare il visto a Novak Djokovic: il campione di tennis dovrà lasciare il Paese e non potrà gareggiare agli Australian Open.

australia

L’Australia ha deciso di revocare il visto a Novak Djokovic: il campione di tennis, quindi, dovrà lasciare il Paese e non potrà gareggiare agli Australian Open.

Australia, visto revocato per Djokovic: il campione dovrà lasciare il Paese, addio agli Australian Open

L’Australia ha deciso di revocare il visto del tennista serbo Novak Djokovic: il campione, di conseguenza, è costretto a lasciare il Paese con effetto immediato e non potrà partecipare agli Australian Open.

Secondo quanto riportato dal quotidiano britannico Times, è stato riferito quanto segue: “A Novak Djokovic è stato negato l’ingresso in Australia dopo un clamoroso disguido con la domanda di visto”.

In questo modo, dopo settimane di polemiche legate alle posizioni No Vax espresse dallo sportivo, svanisce definitivamente la possibilità del tennista serbo di partecipare ai prossimi Australian Open, dei quali Novak Djokovic è nove volte vincitore e campione in carica.

Australia, visto revocato per Djokovic: l’interrogatorio durato ore e il problema con il passaporto

Novak Djokovic era arrivato presso l’aeroporto di Melboune nella giornata di martedì 4 gennaio, insieme al suo staff, e subito era stato fermato alla dogana per un problema legato al suo passaporto.

A questo proposito, sempre il Times ha rivelato: “Un membro del suo team ha commesso un errore nel richiedere una sottoclasse di isto che non si applica a coloro che hanno ricevuto esenzioni mediche da un vaccino contro il Covid-19”.

Dopo essere stato fermato, il tennista è stato sottoposto a un interrogatorio durato svariate ore, per parte delle quali gli è stato confiscato il telefono mentre veniva costantemente monitorato da due poliziotti.

Australia, visto revocato per Djokovic: l’intervento del mondo della politica

La vicenda legata a Novak Djokovic e le sue posizioni No Vax hanno coinvolto il mondo politico australiano e serbo.

Nelle scorse ore, infatti, il primo ministro australiano Scott Morrison ha dichiarato: “Fornisca prove sul vaccino o torni a casa”.

Il presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, invece, ha recentemente contattato il campione e numero 1 del tennis internazionale, garantendogli che “la Serbia si batterà per lui, per la giustizia e per la verità”.

Contents.media
Ultima ora