×

Australian Open, Djokovic: “Non so se ci sarò, non voglio rivelare se sono vaccinato”

Novak Djokovic ha messo in dubbio la sua partecipazione agli Australian Open. I tennisti devono essere tutti vaccinati.

Djokovic

Novak Djokovic ha messo in dubbio la sua partecipazione agli Australian Open. I tennisti devono essere tutti vaccinati. Lo sportivo continuerà a giocare e sarà presente alle Finals di Torino. 

Australian Open, Djokovic: dubbi sulla sua partecipazione

Ad un mese di distanza dalla sconfitta nella finale degli US Open, Novak Djokovic è tornato a parlare dei suoi progetti.

Il numero uno del tennis ha confermato la sua presenza alle ATP Finals, ma ha messo in dubbio la sua partecipazione agli Australian Open 2022, a causa delle regole sui vaccini anti-Covid. Il tennista ha parlato dei suoi progetti a breve termine, sul quotidiano serbo Blic Djokovic. “Sono molto impegnato anche per la mia Academy e nello sviluppo del Tennis Center. Sono stimolato da questi progetti. Giocherò Bercy, le Finals di Torino e sarò con i miei compagni in Coppa Davis” ha spiegato. 

Australian Open, Djokovic: le regole per giocare

Il tennista ha parlato degli Australian Open, primo torneo dello Slam. Questa volta potrebbe non partecipare. Djokovic non ha voluto rivelare se è vaccinato o meno, ma ha spiegato di essere contrario alle regole imposte dall’Australia, che permetterà di disputare il torneo senza effettuare la quarantena solo ai tennisti vaccinati. I non vaccinati dovranno stare in isolamento 15 giorni. “Al virus non importa quale sia la tua classifica e quanti Slam hai vinto.

E se anche i non vaccinati dovessero ottenere un visto, dovrebbero probabilmente essere messi in quarantena per due settimane, quando nessun altro giocatore dovrebbe farlo” ha spiegato Dan Andrews, premier dello Stato di Victoria. 

Australian Open, Djokovic: “Non rivelerò se sono vaccinato o meno”

La presenza di Novak Djokovic agli Australian Open è in dubbio. “Trovo terrificante che la società ti giudichi in base a un vaccino. Non voglio partecipare a una guerra che stanno fomentando i media.

Pertanto non rivelerò se sono vaccinato o meno. La verità è che non so se giocherò, la situazione non è affatto buona. Tra due o tre settimane verrà presa una decisione definitiva. Questa è una situazione difficile, non so quanti viaggeranno a Melbourne questa volta” ha dichiarato durante l’intervista. 

Contents.media
Ultima ora