×

Austria, cancelliere Kurz indagato per favoreggiamento della corruzione

Il cancelliere Kurz è indagato per favoreggiamento della corruzione. Alcuni sondaggi a lui favorevoli sono stati pagati con soldi pubblici.

Sebastian Kurz

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz è indagato per favoreggiamento della corruzione. Alcuni sondaggi a lui favorevoli sono stati pagati con soldi pubblici. 

Austria, cancelliere Kurz indagato per favoreggiamento e corruzione

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz è indagato per favoreggiamento e corruzione, come hanno annunciato i quotidiani Die Press e Der Standard.

Sono indagati anche dei collaboratori molto stretti del leader del partito popolare Övp, come Johannes Frischmann e Gerald Fleischmann dello staff stampa, il consulente Stefan Steiner e l’ex ministra Sabine Beinschab. L’inchiesta riguarda i sondaggi pubblicati dal quotidiano Oesterreich e dalla tv privata oe24, di proprietà della famiglia Fellner. Kurz, secondo l’accusa, nel 2016 ha pagato questi sondaggi con soldi pubblici. Il suo scopo era aumentare il consenso. 

Questa mattina, mercoledì 6 ottobre 2021, sono iniziate le perquisizioni in Cancelleria e nella sede dell’Övp.

Gli inquirenti cercano dei documenti, dopo che l’inchiesta è scattata con l’analisi dei telefoni cellulari, che erano stati confiscati per l’inchiesta legata allo scandalo Ibizagate, che ha coinvolto Heinz-Christian Strache, ex vicecancelliere austriaco e lader del partito di estrema destra Fpoe, condannato per corruzione. Gli inquirenti stanno indagando su più di un milione di euro di annunci pubblicitari. 

Austria, cancelliere Kurz indagato: sondaggi commissionati

Il quotidiano Die Press ha spiegato che il ministero delle Finanze dal 2016 ha commissionato sondaggi utili a Kurz, all’epoca ministro degli Esteri.

L’attuale capo del governo austriaco non era leader del partito. I pm sostengono che sondagi e studi sono “motivati esclusivamente da politica di partito e per l’avanzamento politico di Sabastian Kurz e del gruppo del suo più stretto confidente”. I sondaggi avrebbero aiutato l’uomo ad ottenere consensi. Insieme a Kurz è indagato per corruzione anche Thomas Schmid, all’ora capo di gabinetto e segretario generale del ministero delle Finanze.

Sono stati trovati appunti che riguardano i collaboratori, Fleichmann e Frschmann, accusati di favoreggiamento della corruzione. Indagata anche Sophie Karmasin, ex ministra della famiglia, e Sabine Beinschab, accusata di aver avuto un accordo con il ministero. 

Austria, cancelliere Kurz indagato: respinge le accuse

La Övp respinge tutte le accuse e critica gli inquirenti. “Dopo le false accuse contro Kurz, la cui infondatezza è ormai dimostrata, ora vengono costruite nuove accuse su vicende che in parte risalgono a cinque anni fa” ha contestato il partito. Tutto è iniziato quando “Dopo le false accuse contro Kurz, la cui infondatezza è ormai dimostrata, ora vengono costruite nuove accuse su vicende che in parte risalgono a cinque anni fa” si legge in una nota.

Contents.media
Ultima ora