×

Articoli di Martina Toma

Usa, spari fuori al congresso: fermata una donna

29 Marzo 2017
Un altro attacco si è verificato nella giornata di oggi a Washington. Per fortuna nessuno è rimasto ferito. Ecco cos'è successo. Secondo fonti locali, Capitol Hill è in lockdown (ovvero nessuno può entrare o uscire dal luogo in cui si…

Erasmus alle superiori: Ministro Fedeli ha un nuovo progetto

28 Marzo 2017
La ministra per l'Istruzione Fedeli ha avuto un'idea che potrebbe cambiare per sempre il volto dell'insegnamento e del ciclo scolastico italiano. Durante il convegno promosso dalla Cisl a Roma, ha condiviso l'idea di estendere il programma Erasmus alle Scuole Superiori,…

Uomini e Donne al volante: sfatiamo i luoghi comuni

Quante volte le donne si son sentite dire: "donne al volante, pericolo costante" come presa in giro dagli uomini? Secondo automobile.it fin troppe. Il sito di compravendita online d'automobile.it ha deciso di fare una ricerca per scoprire cosa succede quando…

Parigi, lettera esplosiva nella sede del Fmi. Un ferito

16 Marzo 2017
Una donna è rimasta ferita al viso e alle mani dopo aver aperto una busta contenente dell'esploivo. La busta era stata recapitata al FMI dove lavora. La polizia sta indagando sull'accaduto, anche perchè nello stesso edificio si trova la sede…

Pollon: 7 curiosità su uno dei cartoni più amati

7 Marzo 2017
Pollon, amatissimo cartone animato degli Anni '80, raccontava la storia di una bambina molto importante. Figlia di Apollo, nipote di Zeus e combina guai. Era trasmesso tutti i giorni alle 16, orario attesissimo dai bambini per il programma "Bim Bum…

Eminem meglio di 2Pac per i CD di diamante

3 Marzo 2017
La RIAA (Recording Industry Association of America) è un'Associazione americana che si occupa di stilare, ogni mese, una lunga lista di artisti che hanno acquisito un nuovo grado di vendite globali dei propri album. Questi sono: oro, platino e diamante.…

Dj Fabo: Marco Cappato indagato per “aiuto al suicidio”

1 Marzo 2017
Marco Cappato è stato inserito nel registro degi indagati nel "Caso Dj Fabo" in relazione alla sua collaborazione nel "suicidio assistito". L’esponente radicale si è autodenunciato e la pm Tiziana Siciliano ha aperto un fascicolo sul caso. Cappato ha detto ai carabinieri di farlo per difendere tutti coloro che si trovano nella stessa situazione di Fabiano Antoniani. L'esponente dell'Associazioen Luca Coscioni è sotto accusa per il reato di "aiuto al suicidio" aggravato dal fatto che…

FIlippine: ISIS decapita ostaggio tedesco rapito in novembre

1 Marzo 2017
Le autorità stanno indagando: potrebbe essere l'uomo rapito nel novembre dell'anno scorso insieme alla moglie intanto che visitavano il Paese. Alcuni militanti dell’Isis nelle FIlippine hanno appena rilasciato un video che mostra la decapitazione di un ostaggio tedesco dopo aver chiesto un riscatto di 500.000 sterline (circa 600.000 euro). Le autorità stanno cercando di capire se ad esser stato ucciso dal noto dal gruppo Abu Sayyaf sia proprio Jurgen Gustav Kantner. Il breve video è stato fatto circolare lunedì dal gruppo SITE Intelligence, che monitora i siti internet della Jhiad. Quest’ultimo mostra Kantner, 70 anni, seduto su un ripiano di erba finta che continuava a riptere “adesso mi uccide”, poco prima di essere mascherato da un militante e decapitato dallo stesso con un coltello curvo. Alcuni militanti armati hanno gridato “Allahu Akbar”, ovvero Dio è grande, nel video che dura meno di 1,43 minuti. Come riportato dalle autorità filippine, i militanti avevano già minacciato di ucciderlo Domenica entro mezzogiorno se non fosse stato pagato un riscatto di 30 milioni di pesos, ovvero 700mila euro. I militari del Paese non hanno ancora confermato la morte del cittadino tedesco, a meno che i rapitori non mostrino prove concrete a riguardo. Il loro portavoce, Brigadiere Restituto Padilla, ha dichiarato che non onorerà quel video guardandolo. Continua dicendo che possono gridare e dichiarare quello che vogliono ma non contano su questo, aggiungendo che è cominciata un’offensiva contro il gruppo Abu Sayyaf e un tentativo di salvare altri ostaggi stranieri, oltre a quelli locali sempre gestita dai militari filippini. Sempre Padilla ha detto che i militari hanno ricevuto delle segnalaioni riguardo lotte interne al gruppo stesso: alcuni militanti preferivano aspettare il pagamento del riscatto mentre una parte del comando più duro ha deciso che il tedesco sarebbe morto in ogni caso, il prima possibile. In Germania,il portavoce del MInistro degli Interni Martin Schaefer sostiene che il video è stato girato ad alcuni esperti che ne stanno valutando l’autenticità, se lo fosse, dice, è “estremamente scioccante” e “Ti fa pensare a cosa possa portare le persone a commettere questo tipo di crimine barbarico, e, allo stesso tempo, io non sono nella posizione di dire se il video sia autentico o meno”. Egli non può rilasciare altri dettagli su possibili negoziaioni con i rapitori, includendo la questione del riscatto, citando le regole del governo. Ha aggiunto che l’opinione pubblica, in questi casi, non aiuta a trovare una soluzione. Abu Sayyaf, nel frattempo, a novembre ha dichiarato tramite il portavoce che i suoi militanti avevano rapito Kantner e ucciso una donna, forse la moglie dell’uomo, Sabine Merz, portandolo via dallo stato di Sabah in Malesia via nave. I cittadini hanno scoperto la donna morta in uno yacht con bandiera tedesca appena fuori dalle isole Laparan nella porvincia di Sulu, nel nord delle filippine. Kantner e la moglie erano già stati rapiti e presi in ostaggio dai pirati somali che sono stati uccisi nel 2008. L’Abu Sayyaf, che Stati Uniti e Filippine hanno inserito nella lista nera delle organizzazioni terroristihe, sta trattenendo più di 20 persone, principalmente straniere, in accampamenti nella giungla situata a sud del Paese. Hanno decapitato anche due canadesi l’anno scorso dopo che era scaduto il tempo disponibile per l’arrivo dei soldi chiesti nel riscatto.…
Contents.media
Ultima ora