Auto contromano sull'A10, è caccia al pirata
Auto contromano sull’A10, è caccia al pirata
Genova

Auto contromano sull’A10, è caccia al pirata

incidente

E’ ancora in corso la caccia al folle pirata della strada, un automobilista che sull’A10 ha provocato un incidente contromano coinvolgendo un Tir e svariate auto. Purtroppo le telecamere poste nel luogo non sono riuscite a riprendere il tutto. Le telecamere installate su due pannelli, a poca distanza dall’incidente, non hanno immortalato l’auto. Dunque, ora le indagini si fanno più difficili.

Pirata della strada, chi è?

L’unico testimone che è riuscito a descrivere la situazione e la macchina è colui che ha lanciato l’allarme, anch’esso coinvolto nell’incidente provocato dalla manovra dell’auto pirata.

L’uomo ha raccontato circa i fatti al primo incontro con gli agenti della polizia stradale. All’inizio i fari della macchina del pirata della strada gli hanno fatto perdere il comando della sua automobile, finendo sul guard rail. Così, poco dopo a 100 metri dallo svincolo, tra la A10 e la A26, si sono schiantate altre due autovetture e un tir.

I due dispositivi, che avrebbero potuto riprendere l‘incidente rintracciando subito il pirata della strada, purtroppo non sono riusciti nell’intento.

C’è una falla proprio nella curva ove è accaduto l’incidente in questione. La localizzazione delle due telecamere sono posizionate sulla corsia nord e sud riprendendo solo parte della dinamica ma non riuscendo a immortalare il percorso contromano dell’auto pirata.

E’ stato merito del testimone ricondurre al contromano dell’auto, che ha spiegato: “Ho visto i fari e mi sono spaventato a morte, ho perso il controllo della guida”.

Un altro coinvolto, un camionista di 55 anni di origine Ucraina, che si è fermato all’improvviso a ridosso dello svincolo dando il via al tamponamento a catena, si trova ricoverato in condizione gravissime. E, naturalmente, non può essere interrogato per la greve situazione di salute.

Gli agenti della stradale ascolteranno nuovamente il conducente, che per primo ha incontrato i fari del pirata di strada così da tentare di fargli dire tutti i particolari che possa ricordarsi. Difatti, dalle ultime notizie risulta che l’auto potrebbe essere rintracciando analizzando precisamente tutti i passaggi registrati nelle telecamere nelle autostrade del tratto che da Voltri arriva fino a Masone, proprio la zona interessata.

Nel mentre stanno miglioranno le condizioni fisiche di altre persone coinvolte nell’incidente stradale: l’avvocato di 45 anni di Masone, al volante dell’ultima automobile ribaltata sull’A10; dimessi invece i due uomini di 70 anni, che viaggiavano sulla macchina finita addosso al Tir un po’ prima di capottarsi.

Dunque, un contromano che è andato avanti per alcune decine di metri.

Nelle prossime ore gli agenti della Stradale indagheranno sulle varie importanti dinamiche e sui filmati delle telecamere. La persona che ha rilasciato le prime informazioni sta in questo momento cercando disperatamente di ricordare ma, essendo sotto choc, fa fatica a rimettere insieme i particolari – i pezzi di tutta la storia incluso il pirata della strada che ha causato l’incidente -, per rintracciare l’auto pirata che ha imboccato l’A26 verso Masone.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*