×

Auto parcheggiata a Conegliano nello stesso punto da 47 anni: chi è il proprietario?

Una Lancia Fulvia è ferma in via Zamboni dal 1974. Una coppia di anziani, insieme dal 1962, la usava per custodire giornali invenduti.

auto parcheggiata Conegliano

Ha il gusto del vintage, il sapore dell’antico che non passa mai di moda, ma al contrario lo si osserva con ammirazione (e anche con un pizzico di incedulità). In un’epoca in cui la modernità abitua a un’evoluzione rapida e frenetica, che avviene senza sosta, la Lancia Fulvia parcheggiata a Conegliano nello stesso punto da 47 anni è ormai un monumento simbolico (come vorrebbero alcuni residenti).

È qualcosa a cui ci si affeziona subito, che a molti rievoca vecchi ricordi, speciali momenti di un tempo ormai trascorso. Un simbolo che sa di familiarità. Lo sanno bene gli abitanti di via Zamboni, che dal 1974 possono osservare l’auto parcheggiata sempre nello stesso punto. Ma chi sono i proprietari?

Auto parcheggiata nello stesso punto a Conegliano: è ferma dal 1974

È ferma al lato della strada e lì ci è restata dal 1974.

Parcheggiata a lato di via Zamboni, l’auto è diventata un simbolo per le generazioni di studenti intenti a raggiungere l’Itis lì accanto. Alcuni cittadini di Conegliano, inoltre, la propongono come monumento simbolico della città.

Presto, tuttavia, potrebbe essere spostata. Lo ha spiegato Claudio Mallamace, comandante della polizia locale di Conegliano, il quale ha dichiarato: “I parcheggi un po’ in strada un po’ sul marciapiede sono stati realizzati molti anni fa, molto prima del codice della strada del 1992”.

Quindi ha sottolineato: “È stata una soluzione di compromesso per evitare di fare verbali a tutti i clienti del bar. È chiaro che non possono più rimanere e andranno tolti visto che il marciapiede è fruito dai pedoni e ci sono molti ragazzi che lo usano per andare a scuola. Si potrebbe mettere l’auto in centro al cortile della scuola enologica, dove c’era il pioppo. Un piccolo monumento alla storia della città all’interno della scuola enologica.

L’auto non viene buttata via e i due proprietari affacciandosi la vedono“.

Auto parcheggiata nello stesso punto a Conegliano: chi sono i proprietari

L’auto è di Angelo Fregolent e Bertilla Modolo, classe 1927 e 1937. Proprio nel 1974, dopo dodici anni di matrimonio, hanno preso in gestione l’edicola di via Zamboni e hanno parcheggiato la Lancia in quel punto per custodire al suo interno le copie di giornali che restavano invendute.

L’hanno lasciata lì anche quando Angelo, nel 2019, si è rotto l’anca e ha dovuto abbandonare l’attività. Lo hanno spiegato i diretti interessati al Corriere della Sera.

In un’intervista hanno raccontato: “Ci siamo conosciuti come si faceva a quel tempo, a una festa di famiglia. Ci siamo sposati nel 1962, la settimana dopo lavoravamo già, avevamo preso un’osteria qui vicino, poi dieci anni dopo siamo passati all’edicola”. Non hanno figli, ma due cani che adorano. Si chiamano Billy e Bobby. La signora Bertilla ha aggiunto: “Figli? No, non ne abbiamo mai avuti, ma non mi sono mancati, per noi i clienti dell’edicola erano come una famiglia, in tanti ci hanno voluto bene”.

L’anziano proprietario della Lancia Fulvia, inoltre, ha confidato che durante la guerra, in via dei Mille, “sono scampato a una fucilazione solo per un colpo di fortuna. Queste cose vanno così. Il ragazzo accanto a me è morto, io non mi sono fatto nemmeno un graffio. E adesso? Sono arrivato a 94 anni. La cosa bella è che non me li sento nemmeno”.

Auto parcheggiata nello stesso punto a Conegliano: il ricordo di Zaia

Anche il governatore del Veneto, Luca Zaia, conserva tra i ricordi della sua adolescenza quella Lancia Fulvia azzurrina. “Era lì quando andavo a scuola“, ha fatto sapere.

L’attenzione per l’auto fa felici Bertilla e Angelo, i quali hanno aggiunto: “Piace a tutti in questi giorni. Per noi è un gran regalo, questa attenzione, queste chiacchiere, queste persone che ci vengono a trovare”.

Contents.media
Ultima ora