×

“Avanti tutta” di Simone Perotti

default featured image 3 1200x900 768x576

avantiSi chiama “Avanti tutta” il nuovo libro di Simone Perotti (Chiarelettere).


Dopo il successo di “Adesso Basta”, lo scrittore propone ora un manifesto per una rivolta individuale.

“Ho tempo per cucinare, per studiare, per scrivere, navigare, perdere tempo…”, scrive Simone Perotti in questo nuovo libro, che è un pamphlet sul cambiamento alle porte, su un nuovo ordine esistenziale e sociale.
Contro la paura. Scoprire che si può vivere con poco, fuori dallo schema “lavoro guadagno spendo”, in un momento di grave crisi economica, può essere un sollievo personale, ma anche un progetto “politico”, da condividere.

Suffragato dall’esperienza in azienda e dagli anni trascorsi nella libertà, Simone Perotti racconta “come si vive fuori”, le sue scoperte (buone e cattive), e sfata gli stereotipi placando l’animo dei tifosi e contrastando una a una le obiezioni dei più critici.
Dall’analisi degli 80mila messaggi ricevuti, l’autore ricava la prima classificazione dei downshifter italiani (i Convinti, gli Arrabbiati, gli Impegnati, gli Antitaliani, gli Accoppiati, i Sorpresi…) e una mappa generazionale delle loro paure: l’identikit dell’uomo contemporaneo in rivolta.

La lotta di classe sembra finita. Forse è incominciata la lotta per la vera liberazione.

Simone Perotti vive in Val di Vara (La Spezia). Dopo quasi vent’anni di lavoro ha lasciato tutto e oggi si dedica interamente a scrivere e navigare, insieme a molti altri lavori occasionali.
Oltre a vari romanzi, ha recentemente pubblicato Adesso Basta (Chiarelettere 2009) e Uomini senza Vento (Garzanti 2010). Collabora con numerose testate e cura un blog su ilfattoquotidiano.it

Contents.media
Ultima ora