Avvelenata da mia nipote - Notizie.it
Avvelenata da mia nipote
Genova

Avvelenata da mia nipote

nullMa la memoria le gioca ancora qualche scherzo di troppo, anche se forse a fin di bene. Sa dove si trova, ma non ricorda come ci è finita e perché. Non ricorda che qualcuno ha tentato di ucciderla. Qualcuno che, secondo la Procura, lei conosceva molto bene. «Ho un vuoto in testa – dice – Ricordo solo che mi sentivo svenire. Ho chiamato mio figlio e gli ho chiesto di portarmi dell’acqua. Subito dopo mi sono ritrovata qui, ma non so il motivo».

Caterina Ferrando parla con qualche esitazione. È ancora debole e un po’ confusa. Sabato, quando è arrivata al pronto soccorso, le sue condizioni erano gravissime. Ha lottato contro la morte, è finita in coma. I medici l’hanno salvata per un soffio. Aveva una brutta intossicazione da farmaci, il sangue avvelenato dalle benzodiazepine, sostanze contenute nei sedativi. Non una casualità ma un tentativo di omicidio. Per questo la polizia, coordinata dal pubblico ministero Piercarlo Di Gennaro, ha fermato l’altro ieri Antonella Perasso, casalinga di 50 anni e nipote della pensionata (assistita dall’avvocato Maria Concetta De Pascalis), accusata di aver provato a uccidere l’anziana zia per derubarla del patrimonio.

Una tesi avvalorata da trasferimenti di denaro arrivati a centomila euro. Nelle prossime ore sarà il giudice per le indagini preliminari Massimo Cusatti a decidere se l’indagata dovrà restare o meno in carcere.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.