Azienda offre stipendi da 2500 euro ma non trova dipendenti
Azienda offre stipendi da 2500 euro ma non trova dipendenti
Attualità

Azienda offre stipendi da 2500 euro ma non trova dipendenti

Azienda nel padovano non riesce ad assumere nuovi dipendenti
Azienda nel padovano non riesce ad assumere nuovi dipendenti

Nel padovano, un'azienda offre 70 posti di lavoro a tempo indeterminato, ma nessun candidato risulta adatto.

Un’azienda di Padova cerca 70 dipendenti, con stipendi che raggiungono i 2500 euro, ma non trova candidati adatti. Si tratta della Peruzzo Srl di Curtarolo, nel padovano. La Peruzzo è specializzata nella costruzione di macchinari per l’agricoltura e, genericamente, per la cura delle piante. L’azienda è alla ricerca di 70 nuovi dipendenti, da assumere con contratto a tempo indeterminato e uno stipendio che va dai 1500 ai 2500 euro. Ma nessuno dei candidati sembra avere le caratteristiche giuste.

L’azienda non trova dipendenti

Sembra un paradosso. In un’Italia dove è sempre più difficile trovare un lavoro, per di più a tempo indeterminato e ben retribuito, sembra impossibile che un’azienda fatichi a trovare dipendenti. Eppure è la realtà. La Peruzzo Srl di Curtarolo, in provincia di Padova, vuole assumere 70 nuovi lavoratori. L’azienda si occupa della costruzione di macchinari agricoli e per la cura del verde. Nonostante le difficoltà che il mercato del lavoro sta affrontando negli ultimi anni, la Peruzzo si è dimostrata un’azienda solida, dal fatturato che tocca i 10 milioni di euro l’anno e che ha successo anche nell’export oltreoceano.

Le posizioni aperte riguardano incarichi diversi, ma la Peruzzo ha dichiarato di cercare soprattutto ingegneri e periti meccanici.

“Da sei mesi stiamo cercando un ingegnere meccanico progettista e due periti meccanici, uno per il controllo qualità e uno che gestisca il reparto-officina”, ha dichiarato Roberto Peruzzo, che dirige l’azienda insieme al padre e al fratello.

Non si tratta di lavori di basso profilo e scarsamente remunerati. Il salario offerto varia in base al tipo di mansione svolta e all’esperienza del dipendente, ma si parla di cifre comprese tra i 1500 e i 2500 euro. Numeri di non poco conto, soprattutto per i giovani. Per di più, l’azienda propone un contratto a tempo indeterminato. “Abbiamo incaricato tre agenzie che ricercano personale, ma non c’è niente da fare”, afferma Peruzzo.

Nessun curriculum adatto

Perché, allora, l’azienda sta faticando tanto per trovare lavoratori? Secondo Roberto Peruzzo, i candidati che hanno inviato il curriculum non sono sufficientemente qualificati. “Troviamo operai che vanno bene per manovalanza e logistica, ma facciamo fatica a trovare personale più specializzato e qualificato”.

L’azienda ha lamentato anche una certa difficoltà nell’offrire un posto di lavoro ai ragazzi che vivono a Padova e zone limitrofe.

“Nelle ultime settimane ci sono arrivate una cinquantina di candidature: quasi tutte dal centro-sud, nessuna dal padovano. Ci piacerebbe assumere ragazzi della zona, ma non è facile”.

Il caso di Grafica Veneta

Il 17 aprile un’altra azienda del padovano, la Grafica Veneta, ha lamentato una situazione simile. L’azienda ha aperto 25 posizioni, ma in oltre due mesi è riuscita ad assumere solo quattro nuovi dipendenti. In questo caso, però, il motivo è lo scarsissimo numero di candidati che si sono presentati per un colloquio di lavoro.

“Non siamo un’azienda sconosciuta, la paga è buona e oscilla tra i 1.300 e i 1.500 euro al mese a seconda dell’inquadramento e la proposta è finalizzata ad un assunzione a tempo indeterminato. Non so proprio spiegarmi perché non ci risponde nessuno”, ha dichiarato Fabio Franceschini, il patron dell’azienda. Alcuni ex dipendenti sono stati contattati personalmente dalla Grafica Veneta. “Molti ci hanno detto che erano già impegnati, altri che non avevano intenzione di lavorare su turni“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 422 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.